Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Costa Concordia incidente: ultime notizie dal video choc alle operazioni di recupero carburante

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

13 Febbraio 2012

costa concordia naufragioFinalmente il maltempo regala una tregua anche per chi, da ormai un mese, lavora alle operazioni di soccorso e recupero della nave Costa Concordia, arenatasi di fronte l’isola del Giglio successivamente al naufragio avvenuto il 13 gennaio scorso.

Già da ieri pomeriggio, alle 17:00 circa, sono iniziate le operazioni di recupero del carburante.

I lavori di ripescaggio delle quasi 2.400 tonnellate di gasolio, presenti nei 15 serbatoi stipati all’ interno dell‘ imbarcazione, hanno un tempo stimato di circa 28 giorni. Questa è la l’ipotesi effettuata dalle compagnie che stanno organizzando ed eseguendo i lavori, l’olandese Smit & Savage e l’ italiana Neri Livorno, augurandosi di riuscire a lavorare in modo continuativo, senza dunque interruzioni dovute a condizioni metereologiche avverse.

Le operazioni di pompaggio, al momento, interessano i primi sette serbatoi che, in base alle stime effettuate, contengono circa il 67% del gasolio presente a bordo.

Intanto, per quanto riguarda le indagini, il video choc mostrato in esclusiva dal TG5 e ora al vaglio degli inquirenti che lo analizzeranno come prova, è stato duramente accusato dalla moglie di Francesco Schettino, il comandante della nave da crociera, principale imputato del disastro.

costa concordia naufragioFabiola Russo, questo il nome della moglie del comandante, in un’intervista al Corriere della Sera, ha affermato:

Proprio grazie alla sua manovra di scarrocciamento o come diavolo si dice lui salva la vita a 4.300 persone. Il filmato è stato montato male, le sequenze non sono quelle. Con Francesco ci siamo accorti che la scansione delle voci, la successione degli avvertimenti, insomma non è proprio corretta….. Mio marito non è una persona esitante è un uomo fermo, forte, molto deciso nel suo lavoro”.

Veridicità o meno, a deciderlo saranno gli inquirenti che stanno analizzando i filmati trasmessi in due parte dal telegiornale. Vi riportiamo ora la seconda parte, quella inerente al calo delle scialuppe.

Per vedere la prima parte, ossia ciò che è realmente successo in plancia di comando, cliccare qui.

Leggi anche

Seguici