Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Festival di Sanremo 2012: Belen Rodriguez spacco troppo provocante dà scandalo

Federica Federico

di Federica Federico

16 Febbraio 2012

Una Farfalla per il Festival di SanremoSeconda serata del Festival della canzone italiana, ieri Belen Rodriguez scende la scala dell’Ariston in un abito a due colori  (fucsia e verde acqua), porta uno spacco vertiginoso che corre lungo tutta la gamba destra ed arriva all’inguine, impossibile domare la pseudo gonna, la stoffa si apre ad ogni scalino donando all’Italia la visione di una farfalla: il tatuaggio inguinale della Rodriguez …

… ma Belen non porta gli slip?

Belen Rodriguez ha fatto ritorno sul palcoscenico dell’Ariston, complice l’indisposizione della valletta ufficiale, Ivana Mrazeva, la Rodriguez e la Canalis sono tornate a calcare il palcoscenico del Festival di Sanremo.

L’Italia, dunque, si ritrova, nuovamente, a fare i conti col fenomeno Belen Rodriguez. Di fatto, nel corso dell’ultimo anno,  una lunghissima serie di coincidenze (fortunate o sfortunate) hanno alimentato il fuoco di Belen … e la Rodriguez è divenuta l’ “ossessione” dell’italiano medio.

A dare spazio e lustro alla bellezza della Rodriguez, adesso, ha contribuito anche la forzosa defezione di Ivana Mrazeva.

La giovane modella che Gianni Morandi ha voluto sul palco di Sanremo accanto a sé si è ammalata privando l’Ariston, per tutta la prima serata della kermes canora, della consueta presenza femminile.

Il Festival della canzone italiana aveva, però, assoluto bisogno di fulgida bellezza e la  Mrazeva andava rimpiazzata …”fortunatamente” Belen e la Canalis hanno potuto “prendersi la scena”.

Ma a Belen “non basta mai”, lei che sempre di più si sta proponendo come icona sexy, osa e “esalta” la sua bellezza.

Una Farfalla per il Festival di Sanremo Il seno sempre in evidenza e non importa che certi abiti ne sottolineino le forme “generosamente aumentate”, forse l’importante è che sia provocante?

Ieri sera la Rodriguez dalla provocazione è passata (quasi) all’ ”esagerazione”: scendendo la scalinata Festival di Sanremo 2012: Belen Rodriguez spacco troppo provocante da scandalodell’Ariston ha sfoggiato un abito bicolore verde acqua e rosa acceso. Questa volta la scollatura, sempre generosa, è passata in secondo piano perché l’attenzione del pubblico non poteva non cadere su uno spacco vertiginoso che scopriva l’intera gamba destra ed arrivava fino alla vita. Proprio lì sulla vita il vestito si allargava svelando il tatuaggio inguinale della Rodriguez: una bella farfalla …

l’Italia, dopo le verità di Celentano, non poteva non perdersi in un volo di farfalla?

Fa discutere questo vestito che, lasciando ben poco all’immaginazione, svela persino l’assenza di intimo. Ed ecco che il web e l’informazione si scatenano: Belen Rodriguez scende le scale dell’Ariston ed è senza mutande!

Che maligni? Probabilmente si è voluta uniformare all’austerity ed in un paese in cui qualcuno ha urlato <<Ci state lasciando in mutande!>> lei ha scelto di “privarsi” anche di quelle. Potrebbe anche trattarsi di un “errore (orrore)” di sartoria … è accaduto tutto così per caso, infondo Belen è una (s)fortunata sostituta!

Certo … e consentitemi un’enfasi nostalgica … l’intensa seduzione che fu delle donne di un tempo pare persa e direi sprecata. Sono passati i tempi dello spogliarello di Mara (Sophia Loren) in “Ieri, oggi, domani”, è “vecchio” lo stile di Abat-jour (Salomé), la musica di sottofondo, e Mastroianni è l’emblema dell’uomo di altri tempi.

Belen Rodriguez nuda con coronaOggi non ci si spoglia più, oggi si arriva già nudi … e non parlo delle “mutande” come complemento intimo del vestiario, no … parlo dell’animo, della ricerca del bello, dell’armonia e del piacere …

… bello, armonia e piacere sono privilegi, più che concetti, emozioni, più che idee, elementi del vivere che l’ “irruenza” della modernità sta spogliando di contenuti ed impoverendo. Ecco, è per questo, che trovo triste che la valletta di Sanremo non porti le mutande!

E come in un Déjà vu si ritorna ancora a parlare di equilibrio tra informazione e buon gusto, tra appropriatezza e estro, tra bellezza e provocazione.

Leggi anche

Seguici