Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Emma Marrone accusata da Kekko dei Modà, la notte della vittoria l’autore non ha ricevuto neanche un grazie da Emma

Paola

di Paola Pozzato

20 Febbraio 2012

emma criticataFestival di Sanremo 2012: Emma e Kekko dei Modà litigano furiosamente

Dopo il bellissimo momento che ha vissuto sul palco dell’Ariston, Emma Marrone, decretata sabato sera vincitrice del 62° Festival di Sanremo con la canzone “Non è l’inferno”, affronta le prime difficoltà.

Oggi infatti Francesco Silvestre, Kekko dei Modà, uno degli autori della canzone vincitrice, sfoga sul suo profilo facebook tutta la sua rabbia nei confronti di Emma.

Kekko accusa la ragazza di essere un’ingrata, perché non gli ha fatto nemmeno una telefonata dopo la vittoria, mentre lui la notte stessa le  aveva spedito un messaggio per complimentarsi per la meritata vittoria.

Emma e Kekko, si erano presentati sul palco dell’Ariston l’anno scorso cantando la canzone “Arriverà” e piazzandosi, tra l’altro, al secondo posto. Quello fu l’inizio di una collaborazione professionale, sancita anche da un rapporto di amicizia.

Ed è proprio questo rapporto che l’artista dei Modà rivendica nello sfogo.

emma Infatti, dice che quella notte ha ricevuto ringraziamenti e complimenti da parte di tutti, ma non proprio da Emma, che lo avrebbe chiamato solo alle 12.35 del giorno dopo la vittoria. Lo sfogo continua:

Sono certo che il suo futuro sarà pieno di cose bellissime e glielo auguro, ma sono altrettanto certo che non ci sarà più nessun tipo di collaborazione con lei.”

Emma però non è stata zitta e ha replicato:

“Caro Kekko, mi spiace davvero leggere queste tue parole. Vorrei dirtelo a voce e personalmente, ma in queste ore caotiche e felici di autentico delirio non sono ancora riuscita a parlarti….. Dai Kekko, in fondo questo Sanremo lo abbiamo vinto insieme, godiamoci questo momento”. 

Insomma sembra proprio che il rapporto tra Emma e Kekko, sia stato incrinato da questo diverbio, che speriamo davvero riescano a chiarire al più presto, per regalarci altre meravigliose canzoni.

Leggi anche

Seguici