Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Processo Scazzi: Sarah chattava e aveva paura di restare da sola con Sabrina

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

29 Febbraio 2012

processo scazziProcesso Scazzi: con chi chattava Sarah?

Nel corso della settima udienza, svoltasi ieri, del processo per l’ omicidio della giovane Sarah Scazzi, uccisa il 26 agosto del 2010, per il quale risultano come principali imputate, Cosima Serrano e Sabrina Misseri, accusate dei reati di omicidio volontario, sequestro di persona e soppressione di cadavere, sono stati ascoltati, come testimoni di rilevante importanza, Francesca e Donato Massari, rispettivamente figlia e padre, entrambi conoscenti della vittima.

La deposizione del signor Massari è stata importante ai fini di smentire le dichiarazioni effettuate da Cosima Serrano, zia della vittima e madre dell’altra principale imputata, la quale ha sempre sostenuto che, nel pomeriggio di quel fatale giorno, era in casa a dormire, mentre, ora, viene collocata, dal test,  in strada alla guida della sua Opel Astra.

Molto importante anche la testimonianza di Francesca, figlia di Massari e compagna di classe di Sarah.

processo sarah scazziLa ragazza sostiene che la 14enne uccisa avesse in qualche modo timore di restare da sola con la cugina Sabrina, tanto che, una volta, le chiese di accompagnarla nel timore di restare da sola in auto con la giovane Misseri.

Ha poi raccontato che, nel corso della visita fattale dalle due imputate il 4 settembre a casa sua, durante la quale le chiesero informazioni su Sarah, su chi frequentasse e su chi rivolgeva interessi particolari (nella fattispecie interessi inerenti al ragazzo conteso dalle due cugine, Ivano Russo), la compagna di scuola ha affermato che Sarah non le aveva mai parlato di Ivano, anzi che spesso chattava si internet con un certo Antonio, un uomo sposato.

Una “relazione” web, finita per la troppa differenza d’età, che la ragazzina aveva sviluppato attraverso uno dei principali social network, sul quale, sempre su ammissione di Francesca, la giovane Scazzi era solita allacciare molte amicizie.

Leggi anche

Seguici