Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Giochi per bambini all’aria aperta: fantasia e creatività

Angelica

di Mamma Angelica

05 Agosto 2010

A quale bambino non piace giocare all’aria aperta? Chi di loro non è irresistibilmente attratto da terra e acqua?

Noi abbiamo la fortuna di avere il giardino ed ora con la bella stagione le mie piccole passano la maggior parte del tempo là.

La mia figlia più grande ha un carattere un po’ stravagante ed è molto creativa. Dopo aver visto il film di animazione “Trilly” è rimasta così impressionata dal mondo delle fate da giocare quotidianamente ad essere una fata tuttofare e così un sasso,un ramoscello,una foglia e un po’ di spago diventano materiali indispensabili per costruire piccoli oggetti: che si tratti di un copricapo fatato o dello scettro della regina delle fate.

Per prima cosa ha costruito un cartello servendosi di una bacchetta di legno ha fatto la base,con un pezzo di spago ci ha legato un ritaglio della cornice della porta che era avanzato al padre e con un pastello a cera ci ha scritto sopra “Invenzioni di Martina tutto fare”,poi si è fatta sistemare in giardino un tavolo su cui poter lavorare.

Inizia facendo un giro per raccogliere ciò che le serve, poi va nella sua “officina” ed aiutandosi con un pezzo di spago o un po’ di colla assembla il materiale che ha trovato e costruisce ciò che le suggerisce la sua fantasia.

La mia bimba piccola invece è affascinata dai travasi e da tutti i giochi che può fare con la terra. Si siede sulla terra e con la sua paletta scava una buca mettendo la terra che toglie in un vaso. Quando ne ha raccolta a sufficienza la travasa in un altro vaso togliendo ogni sassolino che trova con minuziosa precisione.

Aiuta anche  il papà ad annaffiare l’orto o a raccogliere la verdura matura.

Mi fa ridere vederla trotterellare dietro il papà e chiedergli se può raccogliere qualcosa, in particolare i pomodori che sono la sua passione, se ne lascio uno sul tavolo è sicuro che dopo pochi minuti la trovo sul divano o in giardino che se lo mangia di gusto!

Un altro gioco che amano fare è il campeggio.  Il padre gli ha montato in giardino una tenda canadese che comprammo da fidanzati. Dentro ci hanno messo la cucina giocattolo con le pentoline, paletta, secchiello, annaffiatoio, delle bambole e qualche libro. Loro giocano a fare le piccole campeggiatrici, entrano ed escono dalla tenda,l a grande si inventa delle storie e la piccola le va dietro.

Ma la loro passione in assoluto è la piscina.

Gli bastano pochi centimetri d’ acqua per divertirsi, si schizzano, si fanno la doccia con l’annaffiatoio,giocano con gli animali di plastica o con la palla, la più grande riesce perfino ad andare sott’acqua sebbene si trovino in una piscina gonfiabile di dimensioni contenute.

Certo, mi rendo conto che non tutti hanno la fortuna di avere un giardino privato in cui far giocare i propri bambini, ma fortunatamente in ogni città, o quasi, ci sono piscine o parchi giochi che consentono ai nostri figli di correre, divertirsi e giocare e se si sporcano poco male, in fondo vale la pena fare qualche lavatrice in più solo per vedere la loro espressione soddisfatta mentre giocano spensieratamente all’aria aperta!

Un grazie speciale va a Martina da parte di tutta la redazione di Vita da Mamma per averci regalato le sue belle invenzioni! <<Grazie splendida fatina fantasiosa>>.

Leggi anche

Seguici