Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Verona: Strangola la Moglie con un foulard e poi si costituisce

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

05 Marzo 2012

donna uccisaUccide la moglie con un foulard e poi si costituisce

È successo a Mozzecane, piccolo comune in provincia di Verona. Un inquietante delitto passionale che ha come protagonista una coppia di coniugi, Giovanni Lucchese e Gabriella Falzoni, e che si è consumato ieri, domenica 4 marzo, nel tardo pomeriggio.

L’uomo di 56 anni e la donna di 51, erano da poco ritornati da un viaggio in Kenya, una delle tante passioni che li accomunava e che li vedeva spesso fuori in giro per il mondo. Una coppia molto apprezzata dai parenti e dagli amici, ora sconvolti per l’accaduto.

donna uccisaLucchese, insospettito e ingelosito da alcuni sms ricevuti dalla moglie sul cellulare, ha scatenato una lite in casa, come testimoniano le stesse sorelle della vittima che, abitando vicino, hanno udito le loro urla. La moglie, forse per sfuggire ad un’ aggressione fisica da parte del marito, l’ha graffiato in volto scappando in camera da letto, il luogo in cui si è consumato il delitto.

L’uomo, una volta raggiunta, l’avrebbe strangolata con l’ausilio di un foulard per poi adagiarne il corpo senza vita sul letto e, successivamente, costituirsi ai carabinieri.

La gelosia, il così detto mostro dagli occhi verdi, è una delle maggiori cause che spesso, troppo spesso,innesca il femminicidio. In Italia, come nel resto del mondo, la lista continua costantemente ad allungarsi e, purtroppo, ogni giorno viene aggiunta una vittima.

Leggia anche:  vitadadonna Verona donna uccisa strangolata dal marito

Leggi anche

Seguici