Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Fine del mondo 2012 maya, la profezia

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

08 Marzo 2012

profezia mayaI Maya e la fine del mondo

La profezia Maya che tanto divide le opinioni, si arricchisce di un nuovo, da alcuni definito pazzesco, particolare.

Ormai quasi tutti sanno dell’ annunciata fine del mondo in “programma” per il 21 dicembre 2012, giorno che segna la fine del calendario Maya, considerato così, dai meno scettici, il giorno in cui tutto dovrà finire.

Tale profezia, abbracciata da molto adepti, che stanno già organizzandosi per il giorno del giudizio, ma molto criticata da studiosi e scienziati, i quali, non avendo rilevato alcun dato certo in merito, negano la possibilità di un’ apocalisse, ha avuto, in questi giorni, un’ ulteriore testimonianza.

È stata messa in circolazione sul web una foto ritraente una tempio Maya che proietta un raggio di luce rosa verso il celo. Inutile dire che tale scatto sta facendo il giro del mondo via internet e sotto il quale vengono postati commenti come:

“È il popolo Maya che indica al mondo la strada verso l’uscita, verso la salvezza”.

profezia mayaLa foto, scattata il 24 luglio del 2009, è stata realizzata da Hector Siliezar, Los Angeles, durante un viaggio in Messico, precisamente nel corso di un’ escursione a Chichen Itza (Yucatàn). In tale occasione Siliezar fece ben tre foto con il suo cellulare alla piramide di Kukulkán, ma il fascio luminoso, non visibile ad occhio nudo, è comparso solo in un secondo momento e su uno solo degli scatti.

Chiaramente non poteva mancare il giudizio tecnico degli esperti, i quali affermano si tratti di una distorsione dell’ immagine, in particolar modo Jonathan Hill, scienziato della Nasa, ha affermato che sì la foto è un’ immagine impressionante, ma che può essere spiegata come la luce di un fulmine che disturba la fotocamera del telefono, dando vita a questo “riflesso”.

 E voi cosa ne pensate? Incidente tecnico, segno divino o, addirittura, una bufala?

Leggi anche

Seguici