Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Paola Severino: proiezione del film “Cesare deve morire” dei fratelli Taviani, carcere e cultura

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

13 Marzo 2012

film cesare deve morireQuello passato dal ministro della Giustizia Paola Severino nel carcere di Rebibbia, è stato un pomeriggio all’ insegna della cultura e delle emozioni.

Il 12 marzo, il ministro ha assistito alla proiezione del film “Cesare deve morire”,  una pellicola tutta italiana firmata dalla regia dei fratelli Taviani e vincitrice dell’Orso d’oro al Festival di Berlino.

Alla proiezione erano inoltre presenti il presidente del Dap (Dipartimento amministrazione penitenziaria), Giovanni Tamburrino, il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, l’assessore regionale alla sicurezza Giuseppe Cangemi, il garante regionale dei diritti dei detenuti Angiolo Marroni e il direttore del nuovo complesso della Casa Circondariale di Rebibbia Carmelo Cantoni.

Un film, quello al quale si è assistito, che racconta un carcere non come un semplice contenitore di personaggi malavitosi ed irrispettosi della società, bensì come un istituto nel quale i detenuti possono effettuare un percorso di reinserimento, attraverso la cultura e il teatro.

La Severino l’ha così commentato:

film cesare deve morire“Quello dei fratelli Taviani è anche un film di speranza dove il momento della disperazione lascia il posto alla speranza ….. Questo film ha fatto nascere altre iniziative culturali che hanno come sfondo il carcere. Il conforto della cultura è uno dei tanti conforti che possono esserci in carcere e su questo ci sarà un impegno da parte del mio Ministero”.

Parole di speranza anche quelle pronunciate da Tamburino:

“Dietro il film dei fratelli Taviani c’ è cultura dell’amministrazione. C’ è una realtà di un’amministrazione, di una Polizia penitenziaria che appare nel film che si muove in modo istituzionale e corretto. Facendo il proprio dovere, comprendendo ed essendo vicino”.

Il reinserimento culturale potrebbe essere considerato un valido aiuto per eliminare il tanto chiacchierato sovraffollamento delle carceri?

 

Leggi anche

Seguici