Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Occhiali da sole: proteggere gli occhi dai raggi solari

Simona

di Mamma Simona

23 Agosto 2010

Negli ultimi anni assistiamo ad una maggiore attenzione da parte dei genitori a proteggere la pelle dei bambini dai raggi solari. Creme a schermatura alta, waterproof,emollienti, idratanti…. insomma finalmente abbiamo capito quanto dannoso possa essere il sole per le pelli delicate e sottili dei nostri bimbi.
Purtroppo si vedono ancora pochi bimbi in spiaggia dotati di occhialini da sole.
Secondo la Commissione Difesa Vista, quasi il 50% degli italiani non ritiene indispensabile indossare gli occhiali a difesa dei raggi solari.
Il Professor Jean Marc Vergati, oculista ed esperto di chirurgia rifrattiva, afferma che “…pochi sanno che si possono ustionare anche gli occhi, specialmente al mare, in piscina e in alta montagna o sulla neve, dove il riverbero della luce risulta più forte…” .

Specialmente nei bambini (ma anche nelle persone che portano lenti a contatto!) a fine giornata gli occhi possono essere duramente provati ed affaticati. Rossore, lacrimazione,  secchezza, bruciore sono le conseguenze più comuni di un’esposizione al sole non protetta.
Ecco allora che ricorriamo a colliri per alleviare questi fastidi, ma che non sono curativi. Questi “fastidi” protratti nel tempo possono degenerare in cheracongiuntivite attinica che è un’infiammazione della cornea spesso dolorosa che “appanna” la vista e dà lacrimazione. Se curato, il problema si risolve in qualche giorno di terapia, ma si tratta di una vera e propria microustione della lente principale dell’occhio; se non curato può diventare cronico e a lungo termine sfociare anche in maculopatia (degenerazione della parte centrale della retina, malattia che negli ultimi anni sta subendo aumenti impressionanti).

I raggi del sole agiscono sulla retina con effetto ossidante. I bambini hanno uno strato protettivo della retina, filtro composto di luteina, molto sottile poichè “in formazione” perciò hanno maggiormente bisogno di indossare occhiali protettivi rispetto agli adulti! Anche le donne, rispetto agli uomini, sono più soggette ai danni alla retina, questo perchè hanno una pupilla più dilatata rispetto a quella degli uomini per cui “incamerano” più luce e dunque più raggi ultravioletti.

Oltre all’uso di occhialini di protezione, possiamo aiutare a combattere i danni del sole con una dieta alimentare ricca di vitamina a che si può trovare per esempio in molti frutti: meloni, albicocche, pesce…. Anche le lacrime artificiali possono alleviare i fastidi del momento, possiamo tenerle sempre in borsa, oltretutto esistono soluzioni monodose pratiche ed igeniche!

E ora il dilemma: quali occhialini prendere per i nostri piccoli?
Prima di tutto che siano occhiali con certificato di conformità, per cui sicuramente “no” all’acquisto di occhiali su bancarelle. Le lenti “scadenti” non filtrano i raggi ultravioletti, per via della cromatura della lente l’occhio dilata la pupilla per vedere meglio, assorbendo più luce e più raggi. Il risultato è un rischio maggiore rispetto al non uso di occhiali. In definitiva, meglio comprare gli occhiali da un ottico che ci saprà fornire la giusta misura conforme alla grandezza della testa del nostro bimbo, una montatura ideale, solitamente in plastica per i più piccini, e sopratutto delle lenti idoneee!!!

Leggi anche

Seguici