Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Fare sogni erotici: ecco tutto ciò che c’è da sapere sui sogni hot

Le nostre giornate vengono solitamente scandite da due principali fasi: quella della veglia e quella del sonno. A queste due fasi naturali e vitali è possibile ricondurre pulsioni fisiologiche e manifestazioni psicologiche diversamente legate alla nostra sfera emozionale e sessuale: le fantasie erotiche e i sogni erotici.

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

10 Aprile 2012

sogni eroticiMolto spesso si ha la tendenza ad accomunare questi due stati di “immaginaria perversione” e ancor più frequentemente a nasconderli, celarli agli altri (anche al proprio partner), ritenendoli pensieri impuri, perversioni, immaginazioni distorte della mente. Nulla di più scorretto!

Le fantasie e i sogni erotici altro non sono che l’espressione della nostra personalità, delle intime aspirazioni e dei più profondi desideri inespressi.

Fare sogni a sfondo sessuale è un modo per liberare le proprie fantasie erotiche, l’idea dell’erotismo viene spesso repressa, relegata nel nostro inconscio, sovente resta asfissiata da una pressione morale che le impedisce di manifestarsi liberamente.

Freud definisce i sogni erotici come la libera espressione della libido umana, quest’ ultima intesa come la forza di origine sessuale, la principale pulsione dell’ uomo.

Ma perché e come si generano?

sogni eroticiI sogni erotici.

Genericamente tutti i sogni si manifestano in quella fase di sonno definita REM (Rapid Eye Movements).

La quasi totalità della muscolatura del corpo si rilassa per permettere al fisico e all’organismo di riposare. Potremmo definirla quasi una paralisi che però non coinvolge tutti i muscoli. Gli organi genitali continuano ad essere attivi e proprio la loro attività è complice del sogno erotico: fisiologicamente gli organi genitali hanno la possibilità di originare, anche durante il sonno, vere e proprie erezioni  e ad orgasmi ( da cui dipendono i cosiddetti sogni bagnati).

Genericamente i psicoanalisti affermano che tali sogni non avvengono per caso ma possono essere la rappresentazione dei desideri inconsci provati nell’arco della giornata, oppure possono essere considerati dei veri e propri “campanelli d’allarme”, indice forse di una qualche insoddisfazione nella propria vita sessuale. Quale che sia la loro natura, sono comunque considerati degli ottimi alleati per un’accurata autoanalisi.

sogni eroticiÈ buona abitudine infatti interrogarsi sul perché si siano manifestati e sul loro significato sempre correlabile alla nostra vita quotidiana e alla nostra personalità.

Tante possono essere le interpretazioni anche se, sostanzialmente, gli psicoanalisti suddividono i sogni a sfondo sessuale in due principali tipologie:

  • Sognare rapporti sessuali completi: indice di insoddisfazione sessuale nella vita reale. Sognare di avere un rapporto completo, chiunque sia il proprio partner, può rivelare una carenza non dichiarata o non ammessa;
  • Sognare rapporti carnali non completi: indica uno stato di benessere generale. Al contrario del rapporto completo infatti, sognare di ricevere carezze e baci appassionati, senza necessariamente “concludere” il rapporto, è un segnale di soddisfazione sessuale nella vita reale.

Queste due distinzioni sono valevoli sia per l’uomo che per la donna, anche se è preferibile comunque non generalizzare, in quanto il significato di ogni sogno erotico è sempre e comunque legato al singolo individuo, derivante dalla personale vita quotidiana, dal rapporto di coppia vissuto sessualmente e non, dalla società con la quale ci si rapporta, etc..

sogni eroticiDunque non lasciamoci condizionare dai tabù e dal moralismo che spesso circonda l’ argomento sesso. Praticarlo e sognarlo non fa solo parte della nostra natura di essere umani, ma è un segnale del nostro stato di benessere che, se ben ascoltato ed interpretato, può aggiungere un po’ di “pepe” alla nostra vita sessuale.

E’ bene precisare però che, ove questi sogni rechino disagi, fastidi ed eccessivi turbamenti nella persona che ne è “testimone e protagonista involontaria”, generando una vera e propria ossessione diurna, diventando un pensiero fisso e costante, è consigliabile far presente ciò ad un terapeuta. In questi casi un aiuto di un esperto riuscirà a chiarire al meglio tutti i dubbi.

Leggi anche

Seguici