Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Piaghetta da bruciare, ectropion o ectopia cervicale

Federica Federico

di Federica Federico

29 Agosto 2010

Nella nostra community si sta parlando di “piaghetta”, un disturbo intimo comune, generalmente poco preoccupante e facilmente risolvibile.

Ma cos’è una piaghetta? In termini medici quella che comunemente noi donne denominiamo piaghetta si definisce ectropion o ectopia cervicale, è, in pratica, una anomala presenza di mucosa intercervicale nella porzione del collo dell’utero che sporge in vagina.
Il canale cervicale ha una forma paragonabile a quella di un cilindro, in alcune donne la prima porzione del canale cervicale – quella che sporge vagina – non è tutta chiusa su se stessa ma si piega verso la vagina presentando uno slargamento svasato immaginabile come la cornetta di una tromba. Ciò comporta una anomalia perché la superficie mucosa che dovrebbe rimanere interna al canale cervicale, a causa dello slargamento, si apre all’esterno incontrando l’ambiente normalmente acido e microbico della vagina.
Questa anomala presenza di mucosa di per sé non è una patologia, essa può rimanere  asintomatica e non dare mai alcun un problema alla donna che ne “soffra”. Ma può anche determinare perdite, infezioni vaginali e spotting durante i rapporti sessuali (lo spotting altro non è che il sanguinamento).

In linea teorica una piaghetta è capace di aumentare il rischio di infezioni a causa della maggiore produzione di muco, terreno fertile per la proliferazione microbica. È per questo che l’ectopia aumenta la vulnerabilità anche rispetto alle malattie sessualmente trasmissibili (quindi attenzione anche all‘HIV).

Per ragioni di completezza è bene aggiungere che chi “soffre” di ectopia, ove anche fosse asintomatica, deve effettuare sempre il PAP-test periodico.
La regolarità di questo controllo deve essere rispettata poiché la piaghetta, ovvero il tessuto che dal canale cervicale ripiega verso la vagina, comporta sempre una così detta “sofferenza cellulare”, la zona di tessuto interessata dalla anomalia risulta maggiormente esposta al rischio di trasformazione tumorale (quindi attenzione a non saltare i controlli periodici, la diagnosi precoce è la migliore alleata di noi donne).

Quali sono le cause della piaghetta e come si cura?

L’ectopia cervicale può essere congenita ovvero presente sin dalla nascita, in questi casi è causata da una innocua malformazione del tessuto della cervice uterina.
La piaghetta può dipendere da di disequilibri ormonali o può comparire dopo il parto a causa dalle lacerazioni al collo dell’utero riportate durane la fase espulsiva.

Sarà sempre il ginecologo a valutare la portata del problema.
Alcune ectopie riescono a regredire spontaneamente ed in genere quelle di piccole dimensioni non vengono trattate in alcun modo, ma solo controllate periodicamente e con attenzione. Altre, invece, necessitano di una terapia farmacologica (molte donne risolvono con gli ovuli). E solo nei casi più delicati il ginecologo deciderà di “bruciare la piaghetta”, tecnicamente si parla di ablazione mediante diatermocoagulazione, il tessuto bruciato con la guarigione viene sostituito da un normale tessuto di rivestimento. È giusto sapere, però, che la piaghettà può ripresentarsi, quindi non è detto che una bruciatura risolva definitivamente il problema.

Partecipa alla discussione nel forum Vita da Mamma http://www.vitadamamma.com/forum/viewtopic.php?f=8&t=377&start=0&sid=7e8afa71eb4ec2e3314b10c5c4ab3ec5

Questo sito ha natura divulgativa, le informazioni in esso contenute non hanno carattere medico e non sostituiscono in nessun modo il parere dello specialista, che ove necessario va sempre richiesto.

Le informazioni tecniche contenute in questo articolo sono tratte da:
www.ecogin.it
www.paginemediche.it
www.medicinaitalia.it

Leggi anche

Seguici