Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Contraccezione di emergenza ONDA Osservatorio Nazionale sulla salute della donna

“Se vuoi non è troppo tardi”. L'evento live sulla contraccezione di emergenza oggi 19 aprile a partire dalle ore 13.00 su www.ondaosservatorio.it

Licia

di Mamma Licia

19 Aprile 2012

contraccezioneOggi, giovedì 19 aprile, dalle 13.00 alle 14.00 la dott.ssa Rossella Nappi, Professore Associato della Sezione di Clinica Ostetrica&Ginecologica dell’Università degli Studi di Pavia, risponderà in diretta web a domande e dubbi relativi alla contraccezione di emergenza.

Un evento live, da seguire sul portale  www.ondaosservatorio.it , organizzato da O.N.D.A., l’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna che si occupa di studiare le principali patologie che colpiscono l’universo femminile e di proporre strategie di prevenzione promuovendo una cultura della salute di genere.

Le domande possono essere inviate all’indirizzo eventolive@ondaosservatorio.it.

La contraccezione d’emergenza (o contraccezione post-coitale) riguarda tutti quei metodi contraccettivi in grado di prevenire una gravidanza indesiderata in caso di un rapporto sessuale non protetto o per possibile fallimento del contraccettivo utilizzato.

contraccezioneAttualmente, i metodi per la contraccezione post-coitale sono:

 la pillola del giorno dopo. È il metodo più diffuso, il suo principio attivo, il progestinico Levonorgestrel, agisce bloccando l’ovulazione. Si assume entro le 72 ore (3 giorni) successive al rapporto sessuale

la spirale intrauterina. Generalmente usata come metodo contraccetttivo, è un’efficace contraccettivo d’emergenza perché interferisce con la fecondazione e con la mobilità degli spermatozoi ed impedisce l’annidamento dell’uovo eventualmente già fecondato. Si usa fino a 5 giorni dopo il rapporto sessuale non protetto.

l’ulipristal acetato (o pillola dei cinque giorni dopo). È commercializzato nell’Unione Europea con il nome di ellaOne, inibisce o ritarda l’ovulazione e interviene prima che l’ovulo venga fecondato. Se la fecondazione è già avvenuta il farmaco si rivela inefficace. Si assume entro 120 ore (5 giorni) dal rapporto sessuale.

Leggi anche

Seguici