Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Farmaci in allattamento e gravidanza: pericoli e precauzioni d’uso

Quali sono i reali rischi che insorgono quando si assumono farmaci in gravidanza o nel corso dell’allattamento?

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

26 Aprile 2012

farmaci in gravidanzaSi è svolto a Vienna il 7° International Breastfeeding and Lactation Symposium di Medela (Simposio Internazionale di allattamento al seno), durante il quale il dottor Tom Hale, Professore di Pediatria e Vicedirettore della Ricerca alla Texas Tech University School of Medicine, ha esposto la sua teoria e le sue ricerche effettuate sui farmaci la cui assunzione è sconsigliata sia in gravidanza che in allattamento.

“Il numero di farmaci in circolazione aumenta considerevolmente ogni anno e ciò rende particolarmente complesso tenersi al passo nel campo dell’allattamento al seno, soprattutto perché, quando vengono immessi sul mercato, i nuovi farmaci tendono a non disporre di informazioni sulle interazioni con l’allattamento. Secondo le nostre stime, meno del 33% dei farmaci in commercio dispone di dati sul loro utilizzo durante l’allattamento. Stiamo facendo del nostro meglio per effettuare degli studi sui farmaci maggiormente utilizzati dopo il parto, in particolare anti-depressivi e anti-psicotici. Ci auguriamo che gli studi sull’allattamento diventino un obbligo di legge per l’immissione sul mercato dei farmaci”.

In poche parole, la maggior parte dei farmaci presenti sul mercato, circa i due terzi, riporta sul proprio bugiardino (il foglietto illustrativo contenuto in ogni confezione e riportante tutte le indicazioni del farmaco) l’uso sconsigliato per le donne gravide o in fase di allattamento al seno solo perché le ditte produttrici non hanno svolto accurate ricerche in merito, ritrovandosi ad adottare questa forma “cautelativa” e “tutelativa” di informazione.

gravidanza e farmaciGli studi effettuati dall’equipe del dottor Hale hanno dimostrato che non tutti i farmaci sono controindicati nei suddetti casi, compresi alcuni  antidepressivi e antipsicotici, a volte di necessario aiuto per la depressione post parto.

È utile quindi valutare ogni singolo caso e l’ uso di farmaci consultando periodicamente e costantemente il proprio medico curante e, come afferma Daniele Natali, Managing Director Medela Italia:

“È importante che le mamme ricevano informazioni chiare ed accurate sui farmaci sconsigliati durante l’allattamento per poter continuare ad allattare al seno il proprio bambino in tutta sicurezza. Quella del rapporto tra farmaci ed allattamento è un’area di ricerca che riveste una notevole importanza sia per le mamme che per gli operatori sanitari”.

Leggi anche

Seguici