Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Donne e lavoro: la Tagesmutter

Federica Federico

di Federica Federico

16 Giugno 2010

Sino a non molto tempo fa alle donne sembrava concesso un unico percorso di vita: quello familiare.

Non è necessario andare tanto indietro negli anni per notare che, nel nostro paese, l’occupazione femminile ha lungamente rappresentato un aspetto solo marginale del mondo del lavoro . Le donne hanno conquistato con fatica la loro emancipazione. E, tal volta, su di loro ancora pesa lo steriotipo di mogli e madri, tanto radicato nella nostra cultura.
Oggi le donne sanno essere tante cose insieme. Ma avere mille volti equivale ad avere mille impegni ed innumerevoli responsabilità.

E mantenersi in equilibrio tra casa, lavoro, bimbi e marito può essere veramente molto stancante.

Per tante donne il rapporto con il lavoro cambia radicalmente quando divengono mamme.

Prima dell’arrivo di un bimbo l’occupazione è si sinonimo di guadagno, ma è anche socializzazione, affermazione, gratificazione ed in una certa misura può essere anche “svago”. Con la maternità, invece, il primo stimolo al lavoro diviene il danaro; assai spesso, su tutto prevale il vantaggio economico portato alla famiglia ed al figlio.

Per di più, la difficile contingenza economica del nostro paese, obbliga molte donne a lavorare, ovvero sottrae alle neomamme la possibilità di rinunciare alla loro occupazione per vivere il bimbo a tempo pieno. È innegabile, infatti, che normalmente un unico stipendio non riesce a soddisfare le esigenze familiari.

Una mamma, per poter tornare alla sua occupazione, deve fare i conti con il problema dell’affidamento del piccolo.

A chi lasciamo il cucciolo durante l’orario di lavoro?

Sino a qualche tempo fa le possibili soluzioni erano tre: nonni, nido o babysitter.

Oggi, in questa rosa di opportunità entrano a buon diritto anche le “tagesmutter”, nuovo volto dei servizi per la famiglia e la cura del bambino nel nostro paese.
Ma chi sono le Tagesmutter? Cosa garantiscono ai nostri bambini e di quali vantaggi godono le mamme che scelgono i loro servizi?

Tagesmutter letteralmente significa “mamma di giorno”, il termine tedesco è comunemente usato per indicare il lavoro di quelle persone che, adeguatamente formate, offrono cura, assistenza ed educazione ad un ristretto numero di bimbi, in un ambiente accogliente e familiare.
Questa semplice definizione da sola già basta ad inquadrare i punti di forza del servizio:
* l’ambiente domiciliare;
* il numero ristretto di bambini;
* l’identificazione nella Tages di una stabile figura di riferimento;
* la sicura professionalità di chi entra in contatto con i piccoli.

Quello prestato dalla Tages è un servizio domiciliare. Ed, in genere, chi sceglie questa attività apre le porte della sua stessa casa ai piccoli ospiti; tuttavia, non è escluso che l’accoglienza dei bimbi possa avvenire fuori dal domicilio della tages, ma resta d’obbligo il rispetto degli standard qualitativi e strutturali delle sedi, standard pensati per realizzare l’inserimento dei piccoli in ambienti familiari capaci di favorirne e stimolarne lo sviluppo.


La dimensione “casalinga“ non è una scelta casuale, essa, associata al numero contenuto di bambini ed alla costante presenza della Tages come centrale e saldo punto di riferimento, si traduce in una formula educativa improntata all’assoluto rispetto dei tempi di crescita ed apprendimento dei piccoli.
La Tages curerà un numero massimo di 5bambini (compresi i suoi stessi figli se presenti nell‘orario di lavoro). L’utenza così contenuta permette di seguire con attenzione ogni piccolo, percepire ed assecondare le esigenze di ciascun bambino, favorire il singolo nell’inserimento nel nuovo contesto minimizzando il trauma del distacco dalla mamma e dal suo nido.

Per di più la Tages è una figura professionalmente qualificata; infatti, chi voglia svolgere tale attività è obbligato ad abilitarsi attraverso corsi di formazione.
Nella quasi totalità dei casi, l’attività delle Tagesmutter è coordinata da enti no profit. Ciò rappresenta una ulteriore garanzia per i fruitori del servizio, infatti gli enti controllano il rispetto degli standard qualitativi, indicano il percorso educativo, arricchiscono la formazione permettendo il costante aggiornamento delle Tages e mettono a disposizione dell’utenza equipe di validi professionisti per supportare il servizio ove necessario.
In ultimo va sottolineata la flessibilità oraria del servizio, il carattere familiare della prestazione, infatti, consente di modularne i tempi in base alle esigenze dell’utenza.

Insomma, guardiamo con fiducia alle “mamma di giorno” che nelle loro case si prendono cura con garbo, professionalità ed attenzione dei nostri piccoli.

Leggi anche

Seguici