Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Iulia Timoshenko: boicottaggio di Euro 2012 per difendere la sua libertà

Iulia Timoshenko ha bisogno di cure mediche, Germania e Russia si rendono disponibili ad accogliere e curare l’ex leader della rivoluzione arancione il governo ucraino nega perentoriamente ogni trasferimento. Sul carcere incombe il sospetto di maltrattamenti, Iulia Timoshenko mostra le foto del corpo leso. Angela Merkel José Manuel Barroso e i governi belga e austriaco si dichiarano pronti a boicottare Euro 2012

Federica Federico

di Federica Federico

04 Maggio 2012

iulia timoshenko: boicottaggio di Euro 2012 pe difendere la sua libertàLa storia della politica mondiale ci ha insegnato che il potere dovrebbe essere un “servizio” reso al popolo più che una condizione individuale. Troppo spesso, invece, a diversi livelli ed in differenti modi, il comando politico è stato interpretato come un privilegio personale e tradotto in una condizione di “supremazia ”.

La democrazia aborra ogni vessazione delle libertà umane, rifiuta la violenza e ripudia l’uso distorto della legge per fini ingiusti.

In quanto tale, l’aspirazione democratica dovrebbe animare tutti gli Stati moderni e dovrebbe orientare l’andamento, le scelte e le posizioni, interne ed internazionali, di ogni “entità sovrana”  (ovvero di ciascun governo).

L’Europa testimonia che il respiro extranazionale di un Paese è oggi anelito di vita indispensabile, il progresso economico, l’accesso al mondo attraverso la rete e il più ampio sistema di scambi interculturali impongono alla politica di guardare oltre i confini nazionali.

L’Europa nasce come un consesso di Stati che si coalizzano per potenziare il potere politico individuale, esaltare i propri valori etico morali e cooperare al progresso economico; i Paesi costituenti divengono Europa nell’auspicio di un solidaristico futuro di condivisione d’intenti.

iulia timoshenko: boicottaggio di Euro 2012 pe difendere la sua libertàL’Europa libera e democratica oggi fallirebbe nella sua missione “etica” se lasciasse inespressa una presa di posizione seria e debitamente forte dinnanzi al caso della Timoshenko.

Iulia Timoshenko è in carcere dallo scorso agosto, il processo a suo carico puzza di ostruzionismo politico e il trattamento carcerario riservato alla ex leader della rivoluzione arancione sembra confermare i sospetti.

Le condizioni di salute della Timoshenko si stanno facendo preoccupanti, già affetta da un’ernia al disco è ora bisognosa di cure. Cure che non ritiene di ricevere adeguatamente nella struttura penitenziaria e che forse “teme”di ricevere inadeguatamente dal suo Stato.

iulia timoshenko: boicottaggio di Euro 2012 pe difendere la sua libertàLa figlia ha riferito che sua madre si fida dei medici tedeschi che l’hanno visitata in carcere un paio di volte negli ultimi mesi ed ha aggiunto: «Mia madre non ha mai rifiutato di essere curata in un qualunque Paese straniero, e non ha mai rifiutato di essere curata in Ucraina. Tutto dipende dai medici».

Il messaggio di Ievghenia Timoshenko sembra chiaro: la salute dell’ex leader necessita di cure serie, certe e garantite. La domanda aperta è una: l’Ucraina è pronta a “prendersi cura” della  Timoshenko senza condizionamenti socio politici?

Iulia Timoshenko è disposta a farsi ricoverare in Germania. Il governo tedesco e Angela Merkel si stanno apertamente esponendo in favore di  Iulia Timoshenko ma incontrano gli ostacoli opposti dalle autorità ucraine chiuse e condizionate (per non dire protette) dalla condanna della donna.

Le autorità fanno sapere che il ricovero all’estero di detenuti è «severamente proibito» dalla legge. Ecco che l’aiuto tedesco non è sfruttabile.         iulia timoshenko: boicottaggio di Euro 2012 pe difendere la sua libertà

Putin ha, alla stessa stregua della Merkel, espresso la disponibilità del suo Paese ad accogliere la Timoshenko in Russia al fine di prestarle le debite cure mediche. Ma si legge in una nota della procura generale di Kiev: «Non è importante per noi  se le proposte arrivano dalla Germania o dalla Russia perché il procedimento è assolutamente lo stesso per tutti i Paesi».

Nella notte tra il 20 e il 21 aprile la Timoshenko sarebbe stata trascinata con la forza in un ospedale di Kharkiv e, complice il trasferimento ed il malessere, sarebbe stata aggredita da tre dipendenti del carcere.

Iulia Timoshenko porterebbe sul corpo le tracce del pestaggio, ma per le autorità  iulia pestaggio in carceredi Kiev le foto che circolano in rete mostrerebbero il risultato di atti di autolesionismo più che di un episodio violento ai danni della donna.

Per protestare l’ex premier avrebbe iniziato uno sciopero della fame e dopo un paio di settimane, a causa del suo male, del pestaggio e del digiuno, verserebbe ora in gravi situazioni di salute.

 

euro 2012 boicottaggio Angela Merkel, il presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso e i governi belga e austriaco minacciano il boicottaggio diplomatico di Euro 2012. Ievghenia, la figlia della Timoshenko, commenta  così: « E’ la risposta più forte e inaspettata che possa giungere al regime di Ianukovich».

Mosca per parte sua è, invece, contraria al boicottaggio di Euro 2012. Il premier russo, Vladimir Putin ha in merito dichiarato: «Credo che in nessun caso si debbano mischiare politica, affari e altri temi con lo sport».

La Politica è l’espressione ideale dei popoli e come tale può trovare molti e iulia timoshenko condannata a sette anni di reclusione differenti canali di manifestazione; merita di permeare la vita comune e di mischiarsi con tutto di essa; l’espressione politica come espressione del pensiero merita persino di irrompere nei social network e spopolare in rete. In questo senso la rete deve sentirsi in diritto ed in dovere di sostenere la Timoshenko non come leader politica “oggettivamente” considerata, ma come donna che al momento combatte una battaglia senza colore politico: lotta per la libertà di espressione. E tale lotta è apartitica, sovranazionale e libera. È per questo che oggi sulla copertina del mio diario facebook capeggerà una foto di Iulia Timoshenko … per ricordare a me stessa ed a tutti che senza libertà non vi è futuro!

Leggi anche

Seguici