Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Giornata di lutto nazionale, oggi lunedì 4 giugno

Lunedì 4 giugno: giornata di lutto nazionale

Simona

di Mamma Simona

04 Giugno 2012

L’Italia ricorda le vittime del terremoto in Emilia, oggi giornata di lutto nazionale.

Il Consiglio dei Ministri ha disposto, tramite comunicato ufficiale, che oggi, lunedì 4 giugno sia la giornata di lutto nazionale per le vittime del terremoto in Emilia.

Nel comunicato si prevede l’esposizione “a mezz’asta” delle bandiere italiane ed europee apposte sugli edifici pubblici, in segno di lutto.

In tutte le scuole, dalle materne alle superiori, le lezioni verranno svolte con regolarità ma si rispetterà un minuto di silenzio.

Nessuna disposizione per i lavoratori, sia nel campo pubblico che privato, ma si auspicano partecipazioni e adesioni da parte di negozi e reti televisive, quali la chiusura degli esercizi commerciali durante le esequie e la modifica della programmazione televisiva.

Molte sono le risposte concrete: dalle grandi catene che propongono raccolte e distribuiscono volantini, ai piccoli esercizi che terranno le saracinesche dei negozi abbassate.

La tragedia ha colpito il paese nel suo spirito, oltre che nei luoghi interessati.

Tutti gli italiani sono partecipi delle gravi conseguenze che ha portato il sisma, la morte di innocenti, il crollo degli edifici storici, delle abitazioni, delle aziende, degli allevamenti, degli esercizi commerciali.

In pochi minuti il terremoto ha rivoluzionato un’intera area geografica, cambiandone i connotati e la vita chi la abita.

Alla disperazione per la perdita della propria casa, si aggiunge l’incertezza per il futuro, le difficoltà comprensibili di ripresa, nonostante le promesse di aiuto e le catene di solidarietà e ancora la cancellazione della memoria storica, attraverso la distruzione dei simboli della città.

Armati della tradizionale solidarietà che contraddistingue il popolo italiano, in molti si sono attivati per portare aiuti, in primis i volontari che offrono concretezza, ma anche aziende e privati che si sono resi disponibili per dare una mano, ognuno nel suo piccolo, facendo ciò che è nelle proprie possibilità, anche semplicemente inviando un sms del valore di 2 euro al numero 45500 per la raccolta fondi da destinare alle popolazioni terremotate.

Dice lo scrittore Paulo Coelho

“Quando non si può tornare indietro, bisogna soltanto preoccuparsi del modo migliore per avanzare.”

La Redazione di Vita da mamma è partecipe del dolore che sta vivendo la popolazione terremotata.

 

Leggi anche

Seguici