Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Cosa fare in caso di soffocamento?

di Mamma Nadia

29 Maggio 2010

 

Il 27 maggio è toccato ad un bimbo di Frosinone, di 19 mesi. Esattamente 15 giorni prima, il 12 maggio, ad un bimbo della stessa età di Milano. Sono morti soffocati, uno da una caramella, l’altro da un boccone di pizza.

Sono tragedie che fanno gelare il sangue e che mettono un paura terribile a qualsiasi genitore.

disostruzione pediatrica

I casi di soffocamento sono molto più frequenti di quello che si pensi. Il Prof. Di Pietro, Presidente della Società Italiana di Pediatria, nel 2007 ricordava che il 27% delle morti classificate come accidentali, nella fascia di età 0 – 4 anni, erano causate proprio da soffocamento.

Quello che possiamo fare noi genitori è informarci su come comportarci in questi casi.

Ci sono modalità diverse di eliminare un corpo estraneo dalle vie aeree, soprattutto in base all’età del soggetto che sta soffocando.

In caso di ostruzione completa il bambino non è in grado di tossire, parlare o respirare, e se è grandicello, si mette le mani alla gola; in caso di ostruzione totale, se il bambino tossisce incitarlo a continuare, se invece non tossisce, iniziare subito con l’intervento di disostruzione.

Bambini fino ad 1 anno

Pacche interscapolari col bambino prono: si colpisce il bambino con decisione per 5 volte, con il palmo a mano aperta, il dorso al centro delle scapole.

Schiacciamento delle costole: si mette il bambino supino e si pratica, con due dita e per cinque volte, lo schiacciamento delle costole.

Bambini da 1 anno fino ai 14 anni

Pacche interscapolari col bambino prono: si prende il bambino sulle ginocchia, trasversalmente a noi. Si colpisce il bambino con decisione per 5 volte, con il palmo a mano aperta, il dorso al centro delle scapole.

Manovra di Heimlich: ci si pone posteriormente e, mantenendolo in piedi, si incrociano le mani sul suo addome, tra la fine dello sterno e l’ombelico. Col pugno appoggiato tra l’ombelico e la gabbia toracica spingere, con colpi forti, dall’esterno verso l’interno e dal basso verso l’alto.

Guardare filmati e informarsi è utile, ma mi chiedo sempre se, in caso di necessità, avrei il sangue freddo per mettere in atto le manovre necessarie senza andare nel panico!

(immagini e interventi da www.bimbonaturale.org)

Qui di seguito vi proponiamo il video sulla disostruzione pediatrica ai lattanti che Vita da mamma ha realizzato grazie alla collaborazione degli Istruttori della Croce Rossa Italiana (Comitato Locale di Portici), con la partnership della DeAgostini.

Leggi anche

Seguici