Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Come prevenire l’obesità infantile

Come prevenire l'obesità infantile, regole pratiche di educazione alimentare

Federica Federico

di Federica Federico

03 Luglio 2012

come prevenire l'obesità infantileL’alimentazione del bambino deve essere sempre orientata al suo benessere psicofisico, nutrirlo serve in primis a garantirne la più sana ed equilibrata crescita.

Ciò non equivale ad escludere o negare i piaceri del cibo, ma, nell’approccio agli alimenti, alla tavola e alle regole nutrizionali, determina un presupposto indefettibile:

si cresce bene se si mangia bene.

In questo senso se da un lato è nostro dovere assecondare i gusti del bambino, che sempre ha il diritto di sperimentare cibi nuovi e scegliere quelli che preferisce, dall’altro il genitore è obbligato a selezionare, individuare e portare in tavola “alimenti positivi”.

mangiare maleSono “positivi” i cibi sani, diversamente sono “negativi” tutti quegli alimenti che non concorrono a soddisfare i  bisogni nutrizionali del bambino ed anzi rappresentano i cosiddetti “capricci o sfizi”.

Nessun “capriccio o sfizio” (dalle patatine alle caramelle, dalle merendine alla nutella) va radicalmente demonizzato.

Tutti i bambini hanno diritto ad una caramella, ad un cioccolatino o ad una patatina e ciò non è né inammissibile né illecito! La cosa importante è che dolciumi, merende confezionate e patatine rappresentino sporadiche concessioni, eccezioni non quotidiane e non comuni.

Lo “sfizio”  che divenga espressione di una abitudine nutrizionale  realizza un difetto alimentare. Correggere i difetti alimentari è utile per preservare la salute dei bambini, serve a limitare il rischio di obesità infantile e imprime nei giovani una buona educazione alimentare.

obesità infantile prevenzioneIl 23% dei giovani italiani nella fascia d’età compresa tra i 6 e i 17 anni  è in sovrappeso e il 12% è obeso.

(il dato menzionato è uno dei risultati emersi da “OKkio alla Salute”  indagine sulla salute promossa dall’Istituto Superiore della Sanità)

Il sovrappeso e l’obesità, eccetto che in casi patologici, sono il risultato di un cattivo rapporto col cibo, nascono da una alimentazione non corretta e non proficua.

Prevenire e curare il sovrappeso è un dovere a cui i genitori, i familiari più stretti, gli educatori e i responsabili delle mense scolastiche non possono e non devono sottrarsi.

Dalle scelte alimentari compiute nell’infanzia e nell’adolescenza dipende la salute futura dei giovani, non tutti sanno che  il sovrappeso nell’infanzia espone fortemente al rischio di obesità in età adulta.

obesità cause e cure prevenzione

–  In che modo un genitore può preservare il figlio dal rischio dell’obesità?

  • L’atto di nutrire il figlio deve essere volto garantirne la più corretta ed equilibrata crescita. In questo senso assecondare i gusti non può voler dire assecondare i capricci alimentari del bambino.
  • Seguire la regola alimentare dei 3pasti + 2spuntini:  colazione + spuntino di mezza mattina; pranzo + spuntino di metà pomeriggio; cena.
  • Mai saltare la prima colazione. Preferire pane e marmellata alle merendine confezionate; offrire buon latte fresco, spremute di agrumi e yogurt; favorire la conoscenza e l’uso dei cereali che sono persino capaci di facilitare le funzioni intestinali.

Perché saltare la colazione o consumare una prima colazione scarsa o carente è scorretto?

La prima colazione serve a fare il pieno di energie per affrontare con forza l’intera mattinata.

Se la colazione èobesità infantile equilibrata a metà mattina basterà uno spuntino (preferibilmente una frutta) per spezzare la fame. Una buona colazione e un leggero spuntino di metà mattina consentono di raggiungere la tavola del pranzo con appetito e desiderio.

Diversamente una colazione insufficiente apre la strada agli attacchi di fame di mezza mattina.

Mangiare molto a metà mattinata rovina il pranzo perché la tavola si raggiunge con scarso appetito e poco desiderio. E ciò innesca un circolo vizioso difficile da spezzare:

se alla cattiva colazione corrisponde uno spuntino mattutino troppo pesante è probabile che a tavola il pranzo non venga completamente consumato; mangiando poco a pranzo il pomeriggio si avvertiranno presto i morsi della fame e anche lo spuntino pomeridiano si appesantirà per soddisfare l’appetito.

Uno spuntino pomeridiano troppo abbondante impedirà una buona cena e potrebbe essere foriero di notturne “scorribande nel frigorifero”.

  • Arricchire la dieta dei bambini con frutta e verdure di stagione.bambini frutta e verdura La frutta e le verdure  apportano vitamine e Sali minerali essenziali nella dieta di tutti,  garantiscono un buon equilibrio intestinale e aiutano a non prendere peso!

Frutta e verdure sono ricche di fibre ad alto potere saziante è per questo che il loro consumo aiuta a placare il senso di fame e, date le loro caratteristiche nutrizionali, pur mangiandone in buone quantità si ingrassa!  

  • Non bere bibite zuccherate durante i pasti. A tavola la bevanda migliore è l’acqua, quella naturale è addirittura preferibile.

Le bevande zuccherine possono essere annoverate tra i “capricci” alimentari e come tali non vanno concesse con sistematicità, men che meno vanno poste a tavola accanto all’acqua.

  • I prodotti surgelati possono essere introdotti in ogni dieta. Essi rappresentano un aiuto non trascurabile per le mamme che lavorano ed hanno poco tempo a disposizione (i filetti di pesce puliti e spinati sono praticissimi e in commercio se ne trovano di ottima qualità). Non vanno, invece, preferiti i prodotti precotti che sovente abbondano di grassi non di eccellente qualità.
  • È buona norma spegnere la televisione durante i pasti. Mangiare col televisore spento aiuta a non ingrassare!tv spenta a tavola

La televisione è un diversivo che distoglie i commensali dai piacerei della tavola inducendoli a concentrare l’attenzione su ciò che vedono più che su ciò che assaporano. “Condizionati” dalla visione televisiva i commensali faticano ad ascoltare i segnali del proprio corpo e non percepiscono il senso di sazietà che pure è una sensazione naturale da ascoltare e assecondare.

Leggi anche

Seguici