Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Sindrome di Morgellons, tutto ciò che c’è da sapere sul morbo e il suo mistero

Il misterioso Morbo di Morgellons

Licia

di Mamma Licia

04 Luglio 2012

Fortissimo prurito, fitte improvvise e dolorose, presenza di fibre filamentose e spinose sulla pelle o sottocutanee, eruzioni cutanee, piaghe, perdita di memoria e di capacità di concentrazione, difficoltà cognitive, spossatezza, disturbi intestinali: sarebbero questi i sintomi che secondo la statunitense Mary Leitao, un tecnico di laboratorio, caratterizzerebbero la sindrome di Morgellons, una patologia da lei “riscoperta” e alla quale ha dato questo nome, rifacendosi ad uno studio risalente al XVII secolo, in cui si descriveva una patologia che presentava quegli stessi sintomi.

La comunità medico-scientifica, però, non ha mai trovato alcuna fondatezza nelle teorie della Leitao ed ha dimostrato che il “Morgellons” è in realtà una sindrome da identificarsi con patologie già ben conosciute, generalmente collegate a disturbi mentali, in particolare la Sindrome di Wittmaack-Ekbom e la parassitosi allucinatoria, un disturbo psichiatrico.

Tutto cominciò nel 2001, quando la Leitao analizzò, con un microscopio giocattolo, delle piccole piaghette comparse sotto il labbro del figlioletto di due anni e scoprì che presentavano “fibre” di colore bluastro, rosso e translucide ed “insetti/parassiti” che correvano appena sotto la superficie cutanea.

Nessuno dei tanti medici, dai quali la Leitao portò suo figlio, trovò qualcosa di inusuale nei sintomi che la donna diceva essere presenti nel figlio. Nessuna reale patologia organica. Al contrario, alcuni di essi proposero una valutazione psichiatrica per la signora Leitao, affetta molto probabilmente dalla Sindrome di Münchhausen per procura (un disturbo mentale che spinge le donne madri a dichiarare o arrecare un danno fisico al figlio/a per attirare l’attenzione su di sé).

Ma la Leitao non si diede per vinta e nel 2002 costituì anche la Morgellons Research Foundation (MRF) (LINK), tramite il cui sito ha iniziato a raccogliere “segnalazioni” di altri presunti casi autodiagnosticati, che ad oggi sono ben oltre i diecimila e provengono in particolare dalla California, dal Texas e dalla Florida.

Ma il Morgellons esiste davvero? E che cos’è?

Secondo molti medici, le lesioni sulla pelle (cicatrici ed eruzioni cutanee), realmente presenti sui soggetti che si dichiarano affetti dal morbo, non sarebbero altro che la conseguenza dei loro tentativi di estrarre dalla cute i fantomatici insetti/parassiti che si anniderebbero e correrebbero sotto la pelle.

Un comportamento autolesionistico di natura psichiatrica del tutto simile alle allucinazioni percettive e convinzioni deliranti tipiche delle parassitosi allucinatorie.

Una interpretazione, questa, che sarebbe confermata dall’ulteriore convinzione dei presunti malati che i brandelli di pelle rimossi, i bulbi piliferi e qualunque fibra tessile che rimanga casualmente intrappolata nella ferita autoinflitta siano in realtà i residui e la conferma della presenza di un’entità parassitante ed infestante.

Del morbo di Morgellons si sono anche occupati i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), l’organismo di ricerca e prevenzione delle malattie degli Stati Uniti.

La conclusione alla quale è giunto il loro studio (effettuato su un campione di quasi 3 milioni di americani, di cui 115 affermavano di soffrire di Morgellons) è che l’unica anomalia che è possibile riscontrare in questa “sindrome” è un possibile danno causato dal sole e che le lesioni cutanee sono il risultato del comportamento dei soggetti che sono spinti a grattarsi in modo ossessivo-compulsivo. Inoltre quegli stessi soggetti autodichiaratisi affetti da Morgellons risultarono positivi ai test volti a rivelare patologie psichiatriche e/o altre dipendenze (ad esempio, da droghe o alcool).

Ma l’interpretazione per certi versi più affascinante di questa ancora misteriosa malattia è quella che proviene dai sostenitori di teorie complottiste: il Morgellons sarebbe collegato con le scie chimiche espulse dagli aerei e con i rapimenti alieni!

Si tratta dell’uso di una nuova arma chimica per decimare l’intera popolazione di una determinata nazione? Come qualcuno ha detto. Oppure è il risultato di un errore di un esperimento governativo francese che avrebbe contaminato l’acqua, come ha affermato un dottore del Nuovo Messico (riportando una confidenza di un ex-agente della CIA) durante la trasmissione radiofonica “Coast to Coast”, che si occupa di fenomeni paranormali?

Il mistero del morbo di Morgellons continua. Tra scienza e X-Files.

Leggi anche

Seguici