Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Farmaci: come conservarli in estate

Le 10 regole per preservare i farmaci nel periodo estivo

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

12 Luglio 2012

farmaci estateL’eccessiva calura può recare danni anche ai farmaci che abbiamo in casa.

Il calore e l’afa non danneggiano solo ed esclusivamente gli alimenti facilmente deperibili che, se non conservati in modo adeguato, rischiano di decomporsi velocemente a causa delle alte temperature.

Anche i farmaci necessitano di “attenzioni e cure, in modo tale da non alterarne l’efficacia, cosa che sicuramente arrecherebbe danni alla nostra salute.

L’Aifa (Agenzia italiana del farmaco), a tal proposito, ha reso noto un piccolo decalogo, 10 semplici regole che ci permettono di conservare i farmaci nel migliore dei modi, preservandoli dall’eccessivo calore.

1. Conservarli correttamente. Affinché ciò avvenga, è necessario leggere il foglietto illustrativo all’interno della confezione. Alcuni medicinali, infatti, richiedono particolari attenzioni (farmaci a base di insulina) e non possono essere esposti alle alte temperature. In ogni caso, ricordarsi di tenere i farmaci in un luogo fresco e asciutto, ad una temperatura di circa 25°; ove non fosse possibile, è preferibile conservarli in frigo o in borse termiche (in caso di viaggi).

farmaci estate

2. Non confondere le confezioni. Molto spesso, per risparmiare spazio tra i bagagli, si è soliti unire diversi farmaci in un’unica confezione. Tale operazione è assolutamente vietata e sconsigliata in quanto può comportare confusione, rendendo difficile la distinzione di dosaggio, tipologia e date di scadenza.

3. Evitare l’uso di portapillole. Nel periodo estivo è sconsigliato l’uso dei portapillole in quanto questi tendono a surriscaldarsi, rischiando così di alterare le caratteristiche del farmaco in esso riposto.

4. Preferire i medicinali solidi. Sciroppo o pillola? Bustine o compresse? Posti di fronte a queste scelte, in estate si raccomanda sempre di prediligere i farmaci solidi, a meno che non ci siano particolari controindicazioni.

5. Posizionare i farmaci nell’abitacolo dell’auto. Quando si effettua un viaggio, è preferibile trasportare i medicinali all’interno dell’abitacolo e non nel portabagagli (luogo che tende a surriscaldarsi).

6. Trasporto in aereo. Se il mezzo di trasporto adottato è l’aereo, ricordarsi sempre di collocare i medicinali nel bagagli a mano. In caso di farmaci salvavita è opportuno presentarli correlati di ricetta per eventuali controlli.

farmaci estate7. Controllare sempre l’aspetto. Nel caso in cui il farmaco si presenti con un odore diverso, che assuma un alterazione nel colore o che  presenti dei difetti di composizione, è opportuno non assumerlo e chiedere chiarimenti ad un operatore sanitario.

8. Spedizione farmaco. Se si presenta la necessità di effettuare una spedizione del farmaco, è consigliabile preferire le forme solide (compresse, capsule).

9. Prestare attenzione all’esposizione al sole. Non tutti i medicinali consentono l’esposizione al sole. È il caso dei sulfamidici, antistaminici contenenti prometazina, contraccettivi orali, gel o cerotti a base di  ketoprofene, antinfiammatori non steroidei e altri ancora. In questo caso è importante leggere il foglietto illustrativo e seguire le indicazioni riportate.

10. Consultare il medico. In caso di accentuato malessere è preferibile evitare le cure “fai da te” e rivolgersi ad un medico per un consulto.

Leggi anche

Seguici