Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Punture di medusa rimedi

Federica Federico

di Federica Federico

15 Luglio 2012

Punture di medusa rimediPunture o morsi di meduse:

quando una medusa viene a contatto con la pelle umana rilascia una sostanza neurotossica  che genera un intenso dolore \  bruciore, seguito da forte prurito .

La medusa non attacca i bagnanti ma morde quando impatta nell’uomo ovvero quando si scontra con i nuotatori. In questo senso il morso o la puntura rappresentano una protezione che la medusa mette in atto perché si sente minacciata dall’impatto col corpo dell’uomo. Chiaro è che per l’uomo la medusa, data la sua potenziale capacità di mordere, rappresenta, invece, un temibile pericolo.

Per evitare i morsi di meduse è indispensabile evitare l’impatto con queste creature marine. La prima regola è stare alla larga dalle meduse, prevenendo ogni contatto.

 

 Cosa fare in caso di puntura o morso di medusa? Clicca qui per scoprire cosa fare e non fare in caso di morso o puntura di medusa

 

Di fatto le meduse viaggiano in acqua molto lentamente e ciò consente di norma di avvistarle ed allontanarsi; c’è da dire, però, che hanno un corpo gelatinoso e colori tenui caratterizzati da ampie trasparenze, il che può mimetizzarle nell’acqua,  inoltre si muovono sospinte dalle correnti e non sempre emergono sulla superficie del mare.

http://www.vitadamamma.com/2811/meduse-puntura-o-morso-cosa-fare.html

 meduse puntura o morso osa fare e non fareLe meduse fanno parte dell’ecosistema marino, non è bene sterminarle, è poco edificante e persino poco educativo abbandonarle al sole e lasciare che si “sciolgano” sui massi in riva al mare. Ai bambini va insegnato il rispetto della natura e dei suoi elementi.

Il veleno della medusa ha una caratteristica: è termolabile – ciò equivale a dire che si scioglie con il calore. In questo senso il dolore\bruciore che il morso di medusa scatena può essere distrutto con il calore.

 meduse puntura o morso osa fare e non fare In caso di morso di medusa aiuta un impacco caldo, non applicate, invece, il ghiaccio perché il veleno che vi provoca il malessere si contrasta non col freddo ma col caldo.

Leggi anche

Seguici