Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Festa dei nonni: l’importanza di essere nonno

Simona

di Mamma Simona

29 Settembre 2010

I nonni sono il patrimonio della nostra società, sono le nostre radici, il nostro passato e il nostro presente; la nostra sicurezza, la nostra saggezza, la nostra memoria storica ed affettiva.

Un patrimonio così non poteva non essere celebrato, fu così che in Italia venne introdotta ufficialmente la legge 159 del 31 luglio 2005, con la quale veniva istituita la giornata dei nonniquale momento per celebrare l’importanza del ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società in generale”.

Si decise che la ricorrenza dovesse cadere il 2 ottobre, non a caso giornata in cui la Chiesa cattolica celebra gli “angeli custodi”, protettori di giovani e di adulti.

In realtà la festa dei nonni nasce oltreoceano negli anni ’70, quando una casalinga di nome West Virginia, madre di 15 figli e nonna di 40 nipoti, caldeggiò l’iniziativa affinchè venisse promosso il rapporto tra i giovani e i nonni, che sono fonte di conoscenza ed esperienza.

Esiste anche un brano musicale ufficiale della giornata, il cui titolo è “Ninna Nonna”, scritto da Igor Nogarotto e gregorio Michienzi.

Il ruolo dei nonni nella nostra società è sempre più importante. Grazie alla medicina e alla cura della persona in generale (alimnetazione, sport, vita sana) si è allungata di molto la durata della vita, e ne è migliorata la qualità, di un “nonno” della terza età.

I nostri nonni sono giovanili, occupano la vita con impegni sociali, culturali, spesso li troviamo impegnati nel volontariato, addirittura si iscrivono all’università per seguire i corsi e laurearsi, esiste l’Università della Terza età; ma sopratutto in una società come la nostra in cui molto spesso entrambi i genitori in famiglia lavorano, sono un pilastro portante per la gestione dei nipoti. Li portano a scuola e li vanno a prendere, preparano loro il pranzo, li accompagnano nelle attività sportive o alle feste di compleanno. Insomma il loro contributo è fondamentale.

Già, ma come festeggiarli?

Nelle città vengono spesso promosse iniziative che rendano la giornata nonni e nipoti divertente e simpatica. A Milano, nel 2009, è stata promossa una manifestazione che portava il nome di Mike Buongiorno, come simbolo del nonno italiano e omaggio al conduttore televisivo scomparso.

Ma il festeggiamento più amorevole è sicuramente quello con la famiglia. Si invitano i nonni a casa, riunendo quando è possibile la famiglia, non devono mancare i bimbi che potranno regalare un pensiero, magari da loro ideato e realizzato; iniziativa che incontrerà sicuramente il favore dei nonnini. Il “regalo” deve essere semplice privileggiando l’aspetto affettivo piuttosto che materiale. Potrebbe essere un biglietto di auguri con disegni e frasi scritte dai nipoti, una foto incorniciata della famiglia, un dolce preparato dai nipoti con l’aiuto di un adulto….ma sopratutto non deve mancare quel giorno la voglia di stare insieme, di passare un momento della giornata diverso, stretti nell’abbraccio del calore familiare.

Per chi i nonni purtroppo non li ha più o per chi vive da loro lontani, un’alternativa potrebbe essere quella di organizzare un gruppo di bambini che si rechino in uno dei tanti centri per anziani, o in una casa di cura o di riposo, a far visita a quei nonnini che sono soli, perchè non hanno parenti o amici che si prendano cura di loro o con i quali fare due chiacchere, giocare una partita a carte. I bambini si sà portano allegria, una ventata di energia e questo ai nonnini, magari un pò stanchi o con qualche acciacco, ricorda loro il piacere di vivere. Farete passare ai nonnini una giornata speciale e voi genitori darete ai vostri figli un grande insegnamento che è il rispetto per le persone anziane.

A voi, cari bambini, dico di non dimenticarvi mai di fare una carezza, dare un bacio di saluto o un abbraccio caloroso al vostro nonnino, gli darete tanta felicità con un gesto così semplice; dare agli altri significa arricchire noi stessi e dunque cari bimbi, ne sarete contenti anche voi. E quando sarete grandi ripensando a quei momenti, vi apparirà un sorriso compiaciuto sul viso.

A Milano al Museo della Scienza e della Tecnologia Via san Vittore 21 sabato 2 ottobre in occasione della festa dei nonni, vengono organizzati dalle 14.30 in poi laboratori rivolti ai nonni e ai nipotini per attività da svolgere insieme: attività di manipolazione, di pittura, visita guidata all’interno del museo, gara di robotica e laboratori a tema Leonardo da Vinci. Dalle 15.30 alle 17.30 ci sarà uno spettacolo teatrale scientifico.

Leggi anche

Seguici