Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Famiglia: Io mamma di due bimbe

Angelica

di Mamma Angelica

03 Giugno 2010

L’arrivo di un secondo figlio rompe inevitabilmente l’equilibrio che eravamo riusciti a stabilire con molta fatica.

Proprio ora che avevamo dei ritmi più regolari dobbiamo ricominciare con le notti insonni, le poppate, i pannolini e le pappette, il poco tempo da dedicare al partner e a noi stesse. Ma questa volta abbiamo dalla nostra parte l’esperienza.

Io l’ho notato già dal momento parto, mentre la prima volta ero spaventata e non sapevo esattamente cosa mi aspettava, la seconda  ero più sicura, sapevo già quello che sarebbe successo e come comportarmi durante le contrazioni. Per di più dopo ero in grado di prendermi cura della mia bambina da sola senza bisogno dell’intervento delle infermiere.

Un’altra nostra alleata è la consapevolezza: sappiamo che le notti in bianco prima o poi finiranno e che la fase dei capricci passerà.

Abbiamo sperimentato che i piccoli quando si abituano alla scuola  sono contenti di frequentarla perché fanno tante attività diverse, conoscono altri bambini e si divertono. Ed  intanto noi mamme ci riappropriamo di un minimo di tempo libero da dedicare al partner, alle commissioni e ,perché no, ad un caffè con un’amica.

Certo non è una passeggiata, prima di tutto bisogna stare attenti a non far ingelosire il primo figlio, parlargli dell’arrivo del fratellino, spiegargli che un neonato ha bisogno di molte cure e rassicurarlo sul fatto che il nuovo arrivato non lo priverà mai dell’amore dei genitori.


Inoltre bisogna rapportarsi con le cure e i problemi di due bambini di età diversa. Nel mio caso la scuola della più grande, i compiti da fare, le riunioni, le feste di compleanno, le nuove amicizie ed il tutto con una bimba di due anni in piena fase capricci e alla quale sto cercando di togliere il pannolino!

Assolutamente non è facile, quando non fa i capricci una li fa l’altra; a volte litigano, si ricorrono e si fanno i dispetti. Spesso mi fanno perdere la pazienza, ma quando le vedo che giocano insieme, che guardano un cartone insieme sul divano tenendosi per mano o si abbracciano e si danno i bacini… tutti i problemi spariscono magicamente ed anche se sono molto stanca mi sento comunque una mamma appagata!

Leggi anche

Seguici