Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Bimbo nato da madre morta peggiora: è gravissimo

Si aggravano le condizioni di Pietro, il bimbo nato dopo che la madre è morta in un incidente stradale.

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

05 Settembre 2012

neonato grave palermoPietro, questo il nome dato al piccolo nato lunedì pomeriggio presso l’ospedale di Palermo e che ora, a causa di un’incidente in cui ha perso la vita la giovane madre, è in pericolo di vita.

Nato da un parto cesareo d’urgenza, praticato alla madre ormai deceduta nel corso di un’operazione alquanto complessa, il piccolo Pietro è stato poi ricoverato in terapia intensiva neonatale, al fine di monitorare costantemente la sua situazione cardiologica.

Purtroppo però le sue condizioni stanotte si sono aggravate: i medici hanno riscontrato una diminuzione sia dell’attività cardiaca che di quella celebrale.

Il piccolo, prima della nascita, ha infatti subito una forte asfissia in quanto è venuto alla luce mezz’ora dopo la morte della madre, ritrovandosi così senza ossigenazione per quel lungo lasso di tempo.

“Stiamo completando il percorso terapeutico con l’ipotermia – ha spiegato il primario dell’Unità di terapia intensiva neonatale del Civico ma il padre è già stato avvertito delle gravissime condizioni del suo bambino”.

bimbo nato madre mortaIl padre, Giuseppe Zito, 23 anni, è ora sotto choc, assistito dai medici del nosocomio.

L’uomo oltre ad aver subito la perdita della moglie, Rosanna Maranzano, appena 23enne, e ad assistere al figlio neonato, la cui vita è sospesa tra la vita e la morte, si ritrova a dover portare il peso dell’incidente.

Infatti c’era proprio lui alla guida della Smart, l’auto su cui viaggiava assieme alla moglie, al momento dell’incidente, intenti a raggiungere l’ospedale perché Rosanna, incinta di nove mesi, aveva rotto le acque, iniziando così il travaglio.

L’auto si è però ribaltata nei pressi di piazza Scaffa, mentre percorrevano via Emanuele Paternò, finendo così contro il muro che delimita la strada.

Le cause dell’incidente sono ancora da accertarsi, ma già si mormora di un’eccessiva velocità (forse dovuta all’ansia del marito nel vedere la moglie sofferente) e delle pessime condizioni del manto stradale.

 

 

Leggi anche

Seguici