Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Pipì a letto stop, notti asciutte con Drynites

admin

di Redazione VitaDaMamma

07 Settembre 2012

pannolino mutandina

Per i bambini imparare a fare la pipì nel posto giusto significa comprendere ed accettare una regola del mondo degli adulti, equivale ad abbandonare la sicurezza del pannolino ed insieme le cure che la mamma esercita col cambio.

Andare in bagno vuol dire crescere e pretende una precisa comprensione degli stimoli del corpo associata alla capacità di controllo dei bisogni fisiologici.

Non tutti i bambini crescono allo stesso modo e ciascuno ha tempi evolutivi del tutto singolari. Alcuni bambini riescono a liberarsi con facilità del pannolino, altri faticano un po’. Uno dei passaggi più delicati nel processo di “addio al pannolino” è la conquista delle “notti asciutte”.

Sono tanti i bambini che durante il sonno perdono involontariamente della pipì. Comunemente si parlare del “problema della pipì a letto”.

Attenzione: a 3 anni il 40% dei bambini bagna le lenzuola, i medici definiscono il fenomeno delle lenzuola bagnate come enuresi qualificandolo come “problema” solo dopo i 6 anni.

Lo spiega con chiarezza sul sito www.drynites.it il Dottor. Antonio Brienza, che afferma che solo dopo i 6 anni l’involontaria pipì notturna può essere considerata una questione da risolvere, prima di quell’età è un fenomeno fisiologico che non deve essere valutato troppo negativamente.

Di norma il bambino impara da solo e con il giusto tempo a non bagnare più il letto.

pannolino huggies

Il piccolo non va sgridato, non va mortificato e non va forzato a comprendere una cosa di cui non ha colpa: il bimbo che fa la pipì a letto dopo l’abbandono diurno del pannolino è inconsapevole del liquido che perde, nella maggior parte dei casi la pipì scappa solo a causa di un insufficiente controllo degli sfinteri che il bambino assumerà spontaneamente col tempo.

È enuresi primaria quella che si verifica immediatamente dopo l’addio al pannolino, propria dei bimbi che continuano a bagnare il letto con costanza. È secondaria quella che interviene dopo un periodo di lenzuola asciutte.

Questa seconda forma di enuresi è normalmente legata ad uno stress del bambino (l’arrivo di un fratellino; l’inizio della scuola; un trauma o un lutto) e si cura con l’identificazione e il superamento del disagio.

La cura dell’enuresi ha tempi variabili che dipendono dal bambino, dalle sue reazioni e da come personalmente metabolizza il processo di crescita.

Alcune mamme scelgono di cambiare il bambini durante la notte ogni qual volta scappi loro la pipì a letto; altre decidono di puntare sveglie notturne ogni 3 ore circa per accompagnare il bambino al bagno; altre ancora foderano i letti con coprimaterassi in plastica il cui rumore ricorda al bambino il problema delle lenzuola bagnate. Tutti questi rimedi comportano un effetto negativo lampante e pesante: lo stress.

La mamma che si deve alzare di notte per cambiare il letto ed il bambino chiaramente si stressa, non di meno si innervosisce il piccolo il cui sonno viene rotto dalla pessima sensazione di freddo che è generata dalle lenzuola bagnate.

Il sonno è importante, cura il fisico vincendo la stanchezza e preserva la mente dall’ansia e dallo stress; non va rotto il sonno delle mamme che già tanto devono faticare e non va inficiato il sonno dei bambini che scoprendosi bagnati subiscono anche una grave mortificazione.

Ascoltate gli esperti e scegliete, quando la fase di passaggio dal pannolino al vasino è caratterizzata dalla pipì a letto, un pannolino mutandina Huggies Drynites.

I pannolini mutandina Drynites hanno l’aspetto e la leggerezza di un indumento intimo, seguono l’anatomia del corpo ed infatti sono disponibili in due differenti modelli a seconda del sesso. Il bambino non si sentirà oberato fisicamente ed emotivamente dal peso del pannolino ma, al contempo, dormirà sonni asciutti.

Allo stesso modo la mamma riposerà tranquilla. E tutti attenderanno che il “problema” si risolva da solo senza cadere in inutili e stressanti paure.

Normalizzare l’enuresi e ricorre ad un buon pannolino aiuta il bambino e la sua mamma a vivere e crescere meglio.

Noi” abbiamo dormito per alcuni mesi con Huggies Drynites, i miei bambini, poi, hanno risolto da soli il problema dell’enuresi.

L’aspetto a mutandina del confortevole pannolino ha minimizzato qualunque imbarazzo facendo sì che la naturale crescita dei piccoli procedesse senza intoppi.

Io dico grazie a Drynites … provalo e tra qualche tempo ringrazierai anche tu questo prezioso amico capace di preservare il sonno dei bimbi e delle mamme, la crescita dei piccoli e soprattutto la serenità familiare!

Articolo sponsorizzato

Leggi anche

Seguici