Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Donna incinta muore lanciandosi col paracadute

Una donna svedese incinta di 4 mesi muore nel suo ultimo lancio col paracadute.

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

17 Settembre 2012

donna incita muoreWioletta Roslan, una donna svedese di 37 anni al 4° mese di gravidanza, è morta lo scorso week-end mentre effettuava il suo ultimo lancio con il paracadute.

La tragedia è avvenuta in Svizzera, nella valle di Lauterbrunnen a Stechelberg.

La donna aveva deciso di effettuare il suo ultimo lancio prima di ritirarsi definitivamente,  per poi dedicare maggiore tempo alla famiglia e al bambino che stava per nascere.

Un ultimo salto, un ultimo intenso momento di adrenalina pura, organizzato assieme al compagno, Aleksander Domalewski, che, purtroppo, ha assistito all’intera tragica scena inerme, senza avere la possibilità di aiutarla.

Wioletta è morta sul colpo: il meccanismo di apertura del paracadute non ha funzionato, ritrovandosi così in caduta libera con l’impossibilità di salvarsi o essere soccorsa.

La madre 68enne, Halina Zaniewska-Pettersson, l’ha descritta come una ragazza piena di vita, sempre alla ricerca di avventure, ma soprattutto una ragazza  che “non riusciva a immaginare una vita senza il base jumping”.

donna incinta muoreUn’avventuriera che amava gli sport estremi, a cui dedicava ogni momento suo libero e al quale voleva dire addio con questo ultimo lancio.

“Ero sempre terrorizzata ogni volta che sapevo che stava facendo un lancio, mi aspettavo il peggio….. Quando mi ha detto che stava andando a fare un ultimo salto durante la gravidanza l’ho pregato di non andare”.

Risuonano quasi profetiche ora le parole di Wioletta rilasciate tempo fa nel corso di un’intervista rilasciata ad una televisione svizzera:

“Mi sento viva solo quando salto. Trovo noioso la vita normale. So che la morte vola sempre con me, ma abbiamo solo una certa quantità di tempo sulla terra. Quando il sole va giù, allora il gioco è finito chiunque tu sia”.

Leggi anche

Seguici