Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Favole per bambini, disegni da colorare: La saggia gallina

Leggere e colorare una favola

di la matita di Gianna

18 Settembre 2012

una favola classica scritta da Tagikistan La saggia gallina una favola classica scritta da Tagikistan – Età
C’era una volta, una bella e grassa gallina che se ne stava a beccare e razzolare sotto un gigantesco albero, quando corse verso di lei uno sciacallo.
Testo redatto da mamma Giò, immagini della Matita di Gianna
Quest’ultimo, che era molto affamato, si rallegrava al solo pensiero di mangiare una bella pollastrella per pranzo.
La gallina lo scorse e in un baleno volò sull’albero.
Buongiorno gallina!” le disse lo sciacallo.
Hai già saputo delle ultime notizie” proseguì.
La saggia gallina una favola classica scritta da Tagikistan
Quali notizie?” rispose la gallina.
Quali notizie?” continuò lo sciacallo. “La notizia più importante di tutti i tempi; gli animali hanno fatto tutti la pace, ora non sono più nemici, ma grandi amici e nessuno dovrà più temere l’altro. Per questo motivo, puoi tranquillamente scendere dall’albero perché non ti mangerò” disse lo sciacallo.
Ma la gallina, che era conosciuta per la sua saggezza e che sapeva bene di non doversi fidare delle parole dello sciacallo rispose: “Sono molto felice di non doverti più temere, ma quassù c’è una vista spettacolare. Riesco a vedere tutte le strade che portano al mio villaggio”.
E cosa ci sarà mai di così interessante da vedere nel tuo villaggio?” domandò lo sciacallo incuriosito.
In questo momento nulla di interessante, solo un gruppo di grossi cani che corre verso questa direzione” rispose la gallina. Nell’udire le parole della gallina, lo sciacallo sobbalzò ed iniziò a scappare.
Per quale motivo scappi?” gli sgridò la gallina. “ Hai appena detto che tutti gli animali del mondo hanno fatto la pace tra loro! E per questo, sono certa che i cani non ti daranno alcun fastidio!”disse la gallina.
La saggia gallina una favola classica scritta da Tagikistan
Oh gallina, pensi che non conosca la stupidità dei cani del villaggio? Sono certo che non hanno ancora saputo della notizia” gridò lo sciacallo, mentre correva veloce come il vento.
Questa favola insegna ai bambini a stare attenti alle bugie perché si rischia di essere smascherati e messi in ridicolo!
Testo redatto da mamma Giò, immagini della Matita di Gianna

 

Leggi anche

Seguici