Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

L’oca con il becco di rame

Due oche, Ottorino e Esmeralda, aggredite da una volpe e salvate da un becco finto

Federica Federico

di Federica Federico

19 Settembre 2012

 oca dal becco di rameL’oca col becco di rame. Sembra il titolo di una favola ed in qualche misura lo è.

Quella che state per scoprire è la storia romantica di un veterinario che per salvare la vita ad un’amica animale ha montato sulla sua bocca una protesi a forma di becco in rame.

L’uomo e la natura dovrebbero amarsi a vicenda e reciprocamente sostenersi.

L’empatia con la natura e col mondo animale è un’attitudine innata nell’uomo ma che può perdersi se non debitamente potenziata. È per questo che noi genitori dovremmo favorire il rapporto dei bambini con la natura e con gli animali.

  • La storia vera dell’oca col becco di rame.

Accade spesso che felini affamati aggrediscono le oche; non è raro che notte tempo le volpi si introducano nelle “case delle oche” con l’intenzione di mangiarle. Non sempre le volpi riescono a consumare un lauto pasto;  le grida delle oche, le loro rocambolesche fughe o l’intervento dei cani da guardia possono impedirlo, tal volta è l’uomo stesso, svegliato dai rumori dei suoi animali, ad allontanare i predatori.

Una volpe ha recentemente aggredito Ottorino e Esmeralda, due bellissime oche canadesi, lasciandole ferite e col becco infranto.

Ottorino ed Esmeralda oca dal becco di rame La rottura del becco condanna a morte un oca, che senza poter beccare non può cibarsi autonomamente.

Il medico veterinario Alberto Briganti, sOttorino ed Esmeralda oca dal becco di ramepecialista umbro che svolge la professione nei suoi due ambulatori di Figline Valdarno e Spoleto, ha donato nuovamente il sorriso alle sventurate oche montando su ciascuno dei loro volti un becco in rame.

Ottorino ed Esmeralda oca dal becco di rame Una protesi a forma di becco foggiata in rame e applicata con una tecnica rivoluzionaria … semplicemente per salvare due oche e per amore della natura!

Leggi anche

Seguici