Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Bambini ed Animali

di Mamma Elisa

31 Maggio 2010

Molti genitori pensano  che l’arrivo di un bambino  non sia  compatibile con la presenza del nostro amico peloso, da qui affiorano  mille dubbi e paure : <<E se facesse del male al bambino? E se lo contagiasse? >>

Mille pensieri frullano nella nostra testa, ma perché solo pensieri negativi?

Far crescere un bambino con un’animale domestico e farlo interagire con lui porta solo benefici nelle varie fasi di sviluppo del bambino.

Sapete che  gli animali d’affezione, e non solo, vengono coinvolti in una pratica terapeutica chiamata Pet Therapy? Serve per migliorare lo stato di salute di bambini e adulti con problemi psico –fisici.

Certo bisogna insegnare a nostro figlio  che l’animale non è un oggetto e che bisogna rispettarlo. Anche lui ama, soffre , si innervosisce, si incuriosisce e si dispera; insomma prova delle emozioni che vanno considerate.

Per esempio se il cane sta mangiando non dobbiamo permettere al bambino di levargli la ciotola oppure se sta dormendo di tirargli la coda perché il cane potrebbe reagire. Per questo MAI lasciare nostro figlio(specialmente se molto piccolo) solo con il proprio animale domestico.

Perché  pensare subito che la presenza del cane, del gatto o di qualunque animale domestico possa essere dannosa per la salute del nostro bambino?

Se si rispettano delle elementari norme igieniche, se i nostri amici animali sono seguiti regolarmente dal veterinario e sottoposti alle normali profilassi vaccinali ed antiparassitarie, non sussistono pericoli.

Se vostro figlio vi chiedesse con convinzione di prendere un cane, un gatto, una tartaruga o qualunque altro amico animale sappiate che, nonostante lui si dovrà impegnare a suo modo, sarete voi i veri responsabili della salute e della cura del cucciolo. E’ evidente che non si può pretendere che un bambino si faccia carico in tutto e per tutto del suo amico animale. Quindi pensateci bene, cercate di capire  se è veramente voglia di vivere in compagnia di un animale o se è solo un capriccio, se così fosse meglio non prendere niente.

Un’animale è un compagno di vita e non un giocattolo da buttare via.

Leggi anche

Seguici