Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Osteopatia in gravidanza: tutti i benefici

Osteopatia in gravidanza: quando e perchè rivolgersi all'osteopata?

Paola

di Paola Pozzato

06 Ottobre 2012

osteopatia in gravidanza: quando e perchè rivolgersi all'osteopata? Durante la gravidanza le modifiche strutturali del corpo, comportano uno spostamento del centro di gravità (baricentro), conuna conseguente accentuazione delle curve della colonna vertebrale. Questo cambiamento causa diversi disturbi, che possono essere curati con l’osteopatia.

osteopatia e gravidanza

Il trattamento osteopatico nella donna in gravidanza ha come obiettivo donare  gravidanzae modificazioni strutturali del corpobenessere e equilibrio a tutto il corpo, permettendo così alla futura mamma di vivere questo momento con serenità e felicità e anche accompagnandola ad un parto il più possibile naturale e senza complicazioni.

  • Cos’è l’osteopatia?

L’osteopatia è una pratica complementare che tratta e risolve disfunzioni fisiologiche attraverso una particolare manipolazione, chiamata appunto manipolazione osteopatica.

Lo scopo di questa tecnica è quello di portare in una situazione di benessere tutto l’organismo, agendo su particolari ricettori nervosi.

La pratica osteopatica fu ideata dal dottor Andrew Taylor Still, che la fece conoscere al mondo nel 1874. Il dott. Still affermava che “l’osteopatia è anatomia, ancora anatomia, sempre anatomia”. Dunque per poter praticare la manipolazione  e affinchè sia efficace si deve conoscere perfettamente il corpo umano.

L’osteopatia praticata  durante la gestazione allevia le più svariate problematiche:

–         Mal di schiena, lombalgia

–         Sciatalgiaosteopatia in gravidanza benefici

–         Difficoltà respiratorie

–         Problemi digestivi e bruciori di stomaco

–         Dolori alle gambe

–         Problemi circolatori agli arti inferiori

–         Dolori alla cervicale

–         Mal di testa

–         Reflusso gastrico

–         Infezioni urinarie

–         Vaginiti

Inoltre rivolgersi ad un medico osteopata, può essere utile anche per lenire gli stati emotivi della futura mamma.

Chi ha subito un trauma pelvico può avere delle ripercussioni sull’andamento del parto. L’osteopatia in questo caso può assicurare una corretta mobilità articolare del bacino e l’asse vertebrale compromesso da traumi come fratture pelviche, cicatrici dell’episiotomia o cesareo, cicatrici dell’addome, conseguenze di un incidente d’auto.

Nella maggior parte dei casi, il miglioramento si incomincia ad intravedere già dopo 3-4 sedute, anche se servono altri trattamenti, per curare definitivamente l’origine della disfunzione o del dolore.

E’ importante precisare che l’osteopatia non comporta nessun rischio né per la mamma, né per il feto, purchè sia sempre eseguito da mani esperte di professionisti fidati. Questa rilassante tecnica può rappresentare un valido aiuto per i piccoli disturbi legati alla gestazione.

 

Leggi anche

Seguici