Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Educazione bambino: blog terapeutico per genitori stressati

admin

di Redazione VitaDaMamma

31 Maggio 2010

Marachelle dei bambini?

Noi mamme ne sappiamo qualche cosa. I bimbi ci abituano presto alla confusione, agli urletti stonati, ai pianti acuti, alle corse senza freno per casa. Entro certi limiti è normale:  semplice vita da bimbi.

Vita di bambini che per crescere devono sperimentare, mettersi alla prova ed anche misurarsi con i limiti che noi genitori dobbiamo imporre loro.
Sono proprio i limiti il problema: ordini e divieti non piacciono ai piccoli. Loro vorrebbero fare, decidere ed imporre, ciò spesso li induce a comportamenti sbagliati, scorretti e inammissibili sotto il profilo educativo.
Il bambino va lasciato libero: libero di sbagliare e di capire, di provare e riprovare ma ogni concessione deve essere fatta nel suo interesse. Allo stesso modo è nell’interesse del bimbo che la mamma ed il papà debbono imporre delle norme di comportamento.

I piccoli che non familiarizzano con le regole rischiano di incontrare anche una serie di difficoltà nell’inserimento sociale, già a partire dalla scuola.

Vero è che certe marachelle sono quasi insostenibili per noi genitori.
Trovare un bel dipinto in stile Picasso sul pavimento della cucina intorno a mezzanotte e dopo una battaglia all’ultimo sangue per addormentare il secondogenito, non è proprio il massimo della vita.
Non ci rende felici scoprire il piccolo che sperimenta la caduta dei liquidi  facendo pipì attraverso la ringhiera del terrazzo.
Né amiamo vederlo calare oggetti nel water.
Insomma a volte c’è da piangere!

In america è nato il blog terapeutico
Julie Hass Brophy è una mamma americana che vive nello stato di New York.Non è una mamma qualsiasi: letteralmente esasperata dalle marachelle dei suoi figli, ha pensato di sfogarsi affidando le proprie frustrazioni (con tanto di foto) al web.
E’ nato così “Shit my kids ruines”, che in soli due mesi ha prodotto oltre 5 milioni di pagine viste, diventando un vero fenomeno della rete.

Eravamo curiose e così ci siamo subito collegata al blog di Julie.
Ma vedere cosa le hanno combinato (e continuano a combinarle) i suoi figli è a dir poco terrificante:
telefonino “affogato” nel bicchiere dell’acqua, gatto “pitturato”, divano completamente scarabocchiato, camere in subbuglio …

Intervistata da France24, Julie ha dichiarato che “i bambini combinano guai in ogni casa, penso che questo blog piaccia molto anche alle persone che non hanno figli perché li fa sentire felici di non dover vivere questo genere di problemi in casa”.

Sulla prima parte siamo d’accordo: tutti i bimbi combinano marachelle, piccole o grandi. Ma dopo aver visionato le foto del suo blog, abbiamo promosso i nostri cuccioli da “piccole pesti” a “veri angioletti”!


Leggi anche

Seguici