Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Moses, l’elefantino abbandonato che vive con gli uomini

Stava per morire, ma è stato salvato dall’èquipe della Fondazione Jumbo

Licia

di Mamma Licia

16 Ottobre 2012

Si chiama Moses, dal nome di un altro famoso bambino abbandonato, l’elefantino orfano di mamma,  che lo scorso febbraio, ad appena una settimana di vita, è stato trovato dai ranger da solo e in fin di vita  nella Vwaza Wildlife Reserve, dopo essere stato abbandonato dal suo branco.

Se fosse rimasto in quelle condizioni – gli elefanti hanno bisogno di vivere in branco -, Moses avrebbe avuto solo il 20% di possibilità di sopravvivere, ma adesso, dopo essere stato adottato dalla Fondazione Jumbo a Lilongwe, in Malawi, che si occupa di elefantini orfani, egli sta meglio e le sue probabilità di sopravvivenza sono salite al 50%.

Oggi Moses ha sette mesi e mezzo e vive, insieme a due cani da compagnia, i suoi amici, Barney e Bagheera, e con altri esseri umani, nella casa della Fondazione Jumbo, che ha accettato di assumere la custodia dell’elefantino per conto del Dipartimento dei Parchi Nazionali del Malawi e della fauna selvatica.

Moses, che viene allattato con un biberon, ma presto passerà ai cibi solidi, dorme su un materasso insieme alla signora Jenny Webb, proprietaria della Fondazione, e tra i due si è stabilito un legame molto simile a quello mamma-bambino.

La Fondazione Jumbo Elephant Orphanage alleva gli elefantini orfani o abbandonati e li cresce e nutre fino a quando sono fisicamente e fisiologicamente in grado di essere rimessi in libertà. Gli elefanti, infatti, hanno bisogno per sopravvivere di crescere in branco.

Se volete seguire le tappe della crescita di Moses, questo è il suo blog.

Leggi anche

Seguici