Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Come spiegare la festa di Halloween ai bambini

Festa di Halloween, come spiegarla ai bambini allontanando la paura dei mostri e delle streghe

Federica Federico

di Federica Federico

31 Ottobre 2012

Ritorna oggi la festa più spaventosa dell’anno: è il 31 ottobre ed è Halloween,Ritorna oggi la festa più spaventosa dell’anno: è il 31 ottobre ed è Halloween, con il calare delle tenebre si consumerà la tradizionale notte della paura.

Streghe, fantasmi, diavoli e zombi prenderanno posto tra noi e dissemineranno sgomento.

I bambini mercanteggeranno minacce di terribili scherzi promettendo di essere indulgenti solo con chi offrirà loro un dolcetto o una monetina.

Dolcetto o scherzetto?

In questa giornata mostruosa il brivido del costume terribile dovrebbe essere concesso solo e soltanto ai bambini. Ai più piccoli andrebbe riservato il piacere della trasgressione e il potere di annichilire gli adulti. http://www.vitadamamma.com/43174/halloween-il-vero-significato-della-festa-e-le-sue-origini.html

Purtroppo i grandi spesso derubano i bambini  delle loro piccole gioie e un furto a loro danno è stato perpetrato anche trasformando la festa di Halloween in un’operazione commerciale pensata per soddisfare più i grandi che i piccolini. Sempre più spesso gli adulti usano Halloween per mascherarsi con costumi “confezionati ad arte”, belli e spaventosi, i negozi si riempiono di gadget mostruosi per adulti e non per bambini. le strade si popolano così di grossi e grandi mostri che sovente terrorizzano i piccoli allontanandoli dallo spirito e dalla verità della festa delle streghe.

Halloween ha una sua storia e una sua tradizione antica e stimabile: non tutti sanno che è una festa di derivazione celtica, in origine nata per celebrare la fine dell’estate, gli autunnali frutti della terra, il rientro delle mandrie dai pascoli, il mutamento climatico e l’approssimarsi dell’inverno, nonché i nuovi fuochi nelle case per combattere i primi freddi.

E non tutti sanno che nei paesi anglosassoni la festa di Halloween è ammantata di misteri leggendari. La tradizione inglese racconta di misteriose riunioni di streghe adunate dal diavolo proprio nella notte del 31 Ottobre, alla vigilia di Ognissanti. 

 halloween spiegarlo ai piccoli Ignari delle origini e della natura della ricorrenza in molti indossano costumi carnevaleschi e inneggiano alla festa stregata o festa mostruosa deprimendo il senso e la tradizione di Halloween.abuso delle maschere spaventose

L’abuso delle maschere spaventose, le sfilate in stile carnevalesco compiute dagli adulti e uno scarso rispetto dell’universo bambino non di rado determinano nei più piccoli l’insorgere di paure, ansie e timori.

I bambini dinnanzi ai costumi perfetti fabbricati e indossati dagli adulti possono rimanere sgomenti; non di rado si intimoriscono entrando nei negozi addobbati quando l’atmosfera non è a misura di piccolo mostriciattolo; rapporatandosi ad un Halloween per grandi i nostri figli possono ritrarsi e spaventarsi.

In pratica i bambini da detentori della festa mostruosa, da titolati del diritto di scherzo, diventano vittime degli adulti mascherati e lo spirito di “dolcetto o scherzetto” resta tradito dai vezzi dei grandi.

Sarebbe giusto restituire la festa ai bambini e in primo luogo sarebbe corretto evitare di suggestionarli come di alimentare in loro ansie, timori e paure.

  • Come possiamo noi genitori aiutare i piccoli a comprendere Halloween allontanando i timori e accogliendone invece lo spirito?

abuso delle maschere spaventoseNell’educazione dei figli un principio vale su tutti: l’ascolto. Ascoltando il bambino si colgono le sue emozioni e le sue istanze ed inoltre un bimbo ascoltato sarà più propenso a raccontarsi come a recepire i racconti dell’adulto, sarà cioè un bimbo che parla e sta a sentire. Nel dialogo si realizza l’incontro e la scoperta, la conoscenza e la crescita.

Quindi ad Halloween parliamo di mostri provando in primis a comprendere se nostro figlio ha maturato un giusto discernimento tra fantasia e realtà, ovvero se ha capito che dietro le maschere c’è null’altro che una persona umana e normalissima.

Spesso fuori dai negozi addobbati a tema Halloween vi sono dei figuranti travesti da mostri, sovente sono veramente spaventosi e i bambini si intimoriscono. Chiedere a questi uomini in costume di “abbassare la maschera” e mostrare il loro volto equivale a dimostrare al bambino che Halloween è un occasione di festa e di gioco, aiuta il piccolo a sviluppare giuste riflessioni sui costumi mostruosi e su questa giornata di streghe e zombi.

È giusto considerare che la capacità del bambino di distinguere tra realtà e fantasia non è istintuale,abuso delle maschere spaventose le capacità di discernimento dei fanciulli aumentano con l’esperienza e il nostro compito di genitori resta esattamente quello di favorire esperienze non traumatiche.

Per crescere un bimbo senza paure è indispensabile non stimolare i timori e non utilizzare la paura, possibile o potenziale, come spauracchio: l’uomo nero, il lupo, la strega non sono efficaci strumenti educativi e non favoriscono nel bambino la distinzione tra fantasia e realtà, piuttosto creano confusione e generano angosce che il piccolo non raramente riversa nei sogni.

I bambini che rifiutano travestimenti mostruosi vanno assecondati e non forzati. Se conduciamo nostro figlio alla scoperta di Halloween potrebbe accadere che il piccolo si spaventi, abuso delle maschere spaventosela paura non è nei bambini segno di debolezza ma richiesta di approfondimento è domanda di conoscenza e come tale va trattata assecondando il piccolo, non forzandolo e guidandolo alla comprensione attraverso il dialogo.

Per aiutare il bambino a metabolizzare la festa e comprenderne la fantasia è ottimale l’utilizzo del gioco: clicca qui per scoprire disegni di Halloween da scaricare gratis o clicca qui per scoprire lavoretti di Halloween semplici e veloci da realizzare con i bambini.

I bimbi hanno diritto a fantasticare ed hanno diritto a farlo liberamente seguendo i loro istinti bambini, non è giusto che il mondo degli adulti sovrasti quello dei bambini. I bimbi devono imparare a conoscere le cose del mondo e non devono, invece, esserne sopraffatti.

Leggi anche

Seguici