Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Varici in gravidanza cosa fare

Varici e problemi circolatori in gravidanza: i rimedi

Paola

di Paola Pozzato

05 Novembre 2012

vene varicose e gravidanzaNel corso della gravidanza la comparsa di segni di insufficienza venosa come le varici (o il peggioramento di sintomi già esistenti) è un fenomeno frequente.

Le varici consistono in una dilatazione della vena che tende successivamente ad assumere un aspetto tortuoso.  Molto spesso le varici formano una vera e propria rete, le cosiddette  “varici reticolari“.
Possono essere più o meno visibili in rapporto alla profondità o alla superficialità del loro decorso. Si manifestano con prurito, edema più o meno esteso, dolore, senso di pesantezza, formicolio e crampi notturni.

vene varicose in gravidanza L’origine di questi fenomeni è strettamente legata alla serie di cambiamenti dell’organismo nel periodo gestazionale, come:

–          Aumento di peso

–          Compressione esercitata dall’utero sulle strutture venose

–          Aumento del volume del sangue

–          Diminuzione del tono vascolare provocato dagli ormoni

–          Aumento della pressione negli arti inferiori

–          Aumento della coagulabilità del sangue

vene varicose in gravidanzaMa come si può contrastare questo fastidioso problema?

Per ostacolare il formarsi delle varici o alleviarne i sintomi è consigliabile:

–          Non indossare scarpe con tacco alto, ma scegliere scarpe comode e possibilmente chiuse dietro.vene varicose in gravidanza

–          Tenere le gambe sollevate anche a letto, mettendo un cuscino sotto le ginocchia.

–          Restare in piedi meno tempo possibile

–          Bere molta acqua e limitare il consumo di sale e cibi in scatola. Mangiare molta frutta e verdura.

–          Usare calze a compressione graduata, chiedendo però sempre consiglio al vostro ginecologo di fiducia per il grado di compressione più adatto a voi.

Altri piccoli rimedi possono arrivare anche dall’omeopatia. Risultano utili:

–          Bellis Perennis o margherita comune: utile in caso di ecchimosi, ematomi e gonfiori, vene varicose. Aiuta inoltre la circolazione sanguigna evitando così il ristagno venoso.

–          Hamemelis : utile per vene e capillari fragili, stimola, tonifica e rinvigorisce la circolazione. E’ molto valido  anche in caso di emorroidi, fastidioso sintomo che compare nella maggior parte delle donne in gravidanza.

–          Millefolium: utile per le varici perché aiuta a frenare le infiammazioni. Inoltre è un buon disinfettante.

vene varicose in gravidanzaUn altro ottimo toccasana  per la comparsa di varici in gravidanza, sono i massaggi con  olio di arnica o creme contenenti questa erba. L’arnica infatti conosciuta anche come “tabacco di montagna” è utile contro contusioni ed ecchimosi grazie alle sue potenti virtù antinfiammatorie e analgesiche. Dona anche energia e leggerezza alle gambe stanche.

Un’ulteriore rimedio è il  massaggio linfodrenante,  che se effettuato da un professionista serio e fidato, può rappresentare una valida soluzione per per le varici.

E’ sempre comunque bene ricordare di consultare il proprio medico di fiducia, prima di prendere o effettuare qualsiasi tipo di trattamento.

 

Leggi anche

Seguici