Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Lancio dei lacrimogeni dal Ministero: secondo le indagini del Racis furono sparati da terra

Resi noti i primi risultati dei rilievi scientifici

di Mariangela Saulino

18 Novembre 2012

Sono stati resi noti gli esiti delle indagini svolte da Racis sul lancio dei lacrimogeni effettuato dalle finestra del Ministero della Giustizia.

Secondo gli esperti delle forze dell’ordine il video che circola in rete “riproduce un impatto su cornice superiore della quarta finestra del palazzo” e, la traiettoria del lacrimogeno sarebbe coincidente con la posizione dei poliziotti all’altezza di Ponte Garibaldi.

Risulta, inoltre, che i tipi di lacrimogeni sparati avrebbero una gittata massima di 150/200 metri e che il tipo di traiettoria ondeggiante, che si vede dal video, può essere prodotta soltanto in fase di ricaduta e non in fase ascendente.

Intanto, però, proseguono le indagini interne disposte dal ministro Severino, attraverso l’audizione dei dipendenti del ministero che erano in servizio mercoledì ed all’acquisizione di prove materiali in grado di far luce sulla situazione.

Sugli eventi del 14 novembre è tornata anche il ministro Cancellieri che, rispondendo alle contestazioni subite a Rimini da un gruppo di studenti ha dichiarato che le indagini saranno svolte in modo serio e scientifico.

Il gruppo di studenti ha anche tentato di srotolare uno striscione con la scritta “stop violenze polizia, identificativi sulle divise” ed una loro rappresentante è salita sul palco per esporre le ragioni della protesta.

Mentre continuano gli accertamenti per dirimere la questione uno dei poliziotti di servizio mercoledì è stato iscritto nel registro degli indagati della Procura di Roma per aver aggredito un manifestante.

Leggi anche

Seguici