Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Fare l’amore senza preservativo, i giovani rischiano

I giovani italiani non si proteggono dalle malattie

di Mariangela Saulino

28 Novembre 2012

Le differenze tra i giovani del nord e del sud non solo coinvolgono l’aspetto economico ma anche l’universo dei vizi cui sono esposte le nuove generazioni.

I risultati della campagna Androlife 2012, un progetto nazionale finalizzato alla comunicazione che rischi legati alle patologie del sistema riproduttivo, sono preoccupanti e rappresentano un punto in comune che unisce i giovani di tutta Italia.

Ciò che hanno in comune giovani del nord e del sud è la totale mancanza di prevenzione che riguarda la sfera sessuale, con conseguenze preoccupanti, soprattutto in tema di malattie sessualmente trasmissibili.

I ricercatori hanno distribuito 4000 questionari tra giovani di un’età compresa tra i 18 ed i 35 anni ed i risultati hanno fornito un dato preoccupante. Infatti,  solo il 50% degli intervistati fa uso abituale del profilattico, cosa gravissima in un tempo dove le malattie sessualmente trasmissibili sono molto diffuse.

Un altro dato importante emerso dai questionari riguarda l’obesità.

Mentre nelle regioni settentrionali i ragazzi praticano attività fisica abitualmente ed hanno, quindi, una costituzione più snella, i giovani del sud tendono alla sedentarietà con danni gravi al sistema riproduttivo.

L’obesità è uno dei fattori scatenanti di malattie come l’ipogonadismo che causa una riduzione della secrezione di ormoni sessuali del testicolo e dell’ovaio.

 

 

 

Leggi anche

Seguici