Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Stelle di Natale AIL, 7 – 8 – 9 dicembre 2012

A Natale regaliamo una “stella”, una speranza, a tutti i malati di leucemia

Licia

di Mamma Licia

07 Dicembre 2012

Stella di Natale AILTorna anche quest’anno la “Stella di Natale AIL”, una delle manifestazioni più importanti organizzate dall’Associazione Italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma.

Il 7, l’8 e il 9 dicembre 2012 scenderanno in 4.000 piazze italiane gli oltre 20.000 volontari dell’AIL e con un contributo minimo di 12 euro sarà possibile scegliere tra le tantissime Stelle di Natale che coloreranno in quei giorni le nostre piazze e contribuire a far progredire la ricerca che ogni anno dà nuove speranze di vita.

Quest’anno la Stella di Natale AIL servirà a:

  • finanziare il gruppo GIMEMA (Gruppo Italiano Malattie Ematologiche dell’Adulto) che ha lo scopo di identificare e diffondere i migliori standard diagnostici e terapeutici per le malattie ematologiche al fine di garantire lo stesso tipo di trattamento per i pazienti in tutta Italia
  • sostenere la Ricerca scientifica
  • collaborare al servizio di Assistenza Domiciliare destinata ai pazienti di tutte le età per garantire le terapie nel loro ambiente familiare
  • supportare i Reparti di Ematologia con medici, infermieri, biologi e con l’acquisto di attrezzature sanitarie
  • contribuire a realizzare Case Alloggio – “Case AIL” – nei pressi dei Centri di Terapia per permettere ai pazienti che risiedono lontano di affrontare i lunghi periodi di cura assistiti dai familiari

La manifestazione “Stelle di Natale” è nata da un’intuizione della dottoressa Rosalba Di Filippo Scali, presidente dell’AIL di Reggio Calabria che nel 1985, cercando fondi per dei macchinari, cominciò a vendere le prime 500 Stelle. L’idea, riconosciuta ed apprezzata dall’Associazione, si diffuse, anno dopo anno, su tutto il territorio italiano, grazie all’impegno costante dei tanti volontari che rendono possibile questa manifestazione.

Nelle parole di Valentina, diffuse dall’AIL e che riportiamo, è racchiuso il vero senso di una stella AIL:

«Dietro ogni stella di Natale si cela quel rosso che sa di momenti di festa. Che sa del freddo invernale e insieme di calore umano. In ogni stella di Natale c’è la gioia e la speranza e l’allegria. Dietro quelle stelle di Natale ci sono nascoste delle storie di vita; storie uguali e diverse. Sono stelle di Natale speciali, quelle, che raccontano di storie speciali…
La preoccupazione nei loro sguardi e nei nostri. La sofferenza di dure terapie e la volontà di andare avanti, fino in fondo. Nomi e sigle impronunciabili che diventano la normalità. Le ore interminabili in una sala d’attesa e i minuti che vorresti non passassero mai per stare con lui un po’ di più. Le iniezioni e le flebo e le lastre e le camere isolate, lontane da tutto, che alla fine, non fanno più tanta paura. L’affetto e la comprensione che provi per chi è accanto a te e di cui capisci perfettamente ogni pensiero senza neanche sapere chi sia. Il rigore austero di impenetrabili camici, la loro competenza e professionalità. Le mascherine, il sapone antibatterico e gli allarmi. La cena alle sei e mezzo e la pastina scotta, sempre la stessa. La pacca sulla spalla di un infermiere che ti dice che è passato tutto e che sta meglio, adesso. Le persone che si affidano al loro Dio e tu che ti affidi alla tua forza. I suoi occhi che diventano ancora più profondi nel suo viso pallido. I sorrisi più forti di qualsiasi parola, le risate per ogni piccola cosa. E le lacrime.
Quelle stelle di Natale racchiudono corridoi e reparti e medicherie e interi ospedali. Dove gente e gente lavora per sconfiggere una malattia che non deve far più paura. Dove gente e gente soffre e non si arrende. E gente e gente, come me, aspetta che tutto passi, che tutto finisca, e lui torni come sempre, come prima.

Dietro quelle stelle di Natale si celano strette di mano e abbracci forti più di ogni altro. Si celano visi e sguardi che non dimenticherai mai. Si celano bimbi e vecchi e uomini e donne accomunati dallo stesso dolore e dallo stesso desiderio. Dietro quelle stelle ci sono, velate, paure e lacrime taciute, ma più di tutto l’attaccamento profondo alla vita.

Dietro queste stelle si nasconde la leucemia e la nostra voglia di combatterla e sconfiggerla.
Dietro queste stelle ci sono tante persone speciali. Io dedico una stella al mio piccolo eroe»

www.ail.it

Leggi anche

Seguici