Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Justin Bieber e la presunta paternità

Torna l'ombra della presunta paternità

di Mariangela Saulino

03 Dicembre 2012

Se, per Justin Bieber, gli ultimi tempi sono stati eccezionali dal punto di vista lavorativo non si può dire altrettanto per la sua vita privata. La giovane star del pop dopo aver cercato, invano, di riconquistare l’amore della sua amata Selena Gomez deve affrontare nuovamente l’incubo della sua presunta paternità.

L’accusa della presunta paternità fu fatta nel novembre dello scorso anno, quando Mariah Yeater, dichiarò di aver avuto un rapporto non protetto con Justin nel backstage di un concerto dal quale sarebbe nato un bimbo, Tristyn.

La ragazza chiese allora il test di paternità ma, ad oggi, non avendo ancora ricevuto l’esito dell’esame che Bieber promise di fare, ha dato mandato ai suoi legali per reiterare l’invito al cantante che, all’epoca dei fatti aveva solo 16 anni.

L’avvocato di Mariah, Jeffrey Levin, ha rilasciato una dichiarazione: “Io non ho visto i risultati del test del Dna. Se ci fosse realmente stato il test, non ho la documentazione per affermare che ci sia, in ogni caso non ho i risultati.”

Justin ha da sempre sostenuto che la ragazza abbia inventato una storia però, a quanto pare, non si è sentito in dovere di dimostrare le sue ragioni.

 

Leggi anche

Seguici