Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Acquisti di Natale online, come difendersi dalle truffe

5,3 milioni di italiani acquisteranno i regali di Natale online

Licia

di Mamma Licia

05 Dicembre 2012

Sempre più italiani si affidano, per i loro acquisti, all’eCommerce.

Secondo una ricerca condotta da Netcomm, Consorzio del Commercio Elettronico Italiano in collaborazione con Human Highway, quest’anno saranno 5 milioni (un utente Internet su 5) coloro che compreranno i propri regali di Natale sul web, il 44% contro il 37% del 2011. Gli acquisti online, in effetti, permettono risparmi anche di notevole entità, spesso del 50%, su tanti prodotti di marca.

«In uno scenario economico stagnante – ha detto Roberto Liscia, presidente di Netcomm – il 2012 si è caratterizzato come un anno di forte crescita dell’e-commerce. Per avere un’idea del mercato di riferimento basti pensare che in Italia gli utenti Internet attivi hanno superato la quota dei 28 milioni. Tra questi, il 42%  – 12 milioni di individui – ha fatto un acquisto online almeno una volta negli ultimi 3 mesi e il loro numero è aumentato del 25% rispetto allo scorso anno. La crescita di acquirenti si riflette anche nei volumi di vendita che quest’anno dovrebbero ampiamente superare i 10 miliardi di euro».

Ma come fare acquisti su Internet senza correre rischi?

Di seguito riportiamo il decalogo dell’Adiconsum, l’Associazione difesa consumatori e ambiente della Cisl, con i consigli per evitare brutte sorprese e acquistare online in sicurezza:

  1. Fare in modo di sapere chi è il venditore. Prendete nota dell’indirizzo o del telefono o della e-mail del venditore: questi dati, indispensabili, serviranno a contattarlo in caso di problemi con il prodotto o con il servizio che si sta acquistando. Senza questi dati è consigliabile non procedere con l’acquisto.
  2. Controllare cosa si sta effettivamente comprando. Guardate bene le foto, l’elenco dei contenuti, le misure o tutte le informazioni fornite dal venditore. Controllate se avete capito bene come funziona il prodotto o il servizio. Prima di effettuare l’acquisto confermate di avere ben capito le caratteristiche del prodotto che intendete acquistare e se non siete sicuri chiedete ulteriori informazioni. Leggete attentamente le condizioni di vendita della ditta.
  3. Controllare il prezzo. Deve essere indicato chiaramente; controllate comunque se esistono altri costi legati al cambio, alle tasse, all’assicurazione, all’imballaggio o alla spedizione. In quest’ultimo caso, controllate l’entità delle spese di spedizione in caso di restituzione e se saranno a vostro carico.
  4. Verificare le possibili modalità di pagamento. Anche nell’ambito della zona euro effettuare un pagamento bancario transfrontaliero può rivelarsi costoso. Le carte di credito sono un mezzo di pagamento meno costoso, ma attenzione a chi date i dati relativi alla vostra carta di credito su Internet. Controllate sempre di essere su un sito sicuro quando date i dettagli della vostra carta on-line, controllando se c’è il simbolo lucchetto nel vostro browser. Confermate sempre l’ordine prima di pagare.
  5. Controllare date di consegna ed i relativi costi in caso di annullamento dell’ordine. Controllate quanto tempo ci vorrà per la consegna e stabilite con il venditore una data precisa. Se il venditore non può garantire una consegna in tempo per Natale sarà meglio cercare un regalo diverso. In caso di acquisti “a distanza”, ad esempio per telefono o tramite Internet o tramite posta, le norme comunitarie prevedono il diritto per l’acquirente di cambiare idea entro sette giorni lavorativi dopo la consegna del prodotto. Quando il venditore è stato informato da voi per iscritto o tramite e-mail che desiderate annullare l’ordine, avete diritto ad un rimborso, senza dover specificare un motivo preciso. Tuttavia, normalmente, non avete il diritto di annullare gli ordini per quanto riguarda merci deperibili come cibo, oppure CD privi della confezione originale, video o software per il computer. Tenete sempre presente comunque che le merci inviate da un altro Stato membro possono aver bisogno di un termine di consegna più lungo.
  6. Verificare l’esistenza della garanzia. Controllate sempre se l’acquisto prevede una garanzia o un servizio ai clienti, e verificare in che cosa consiste e per quanto tempo è valida. Secondo le norme avete almeno due anni per segnalare eventuali difetti di fabbricazione presenti al momento dell’acquisto del prodotto. Se il difetto si manifesta entro i primi sei mesi, il venditore deve provare che il prodotto era in buone condizioni al momento della vendita. Avete il diritto ad un rimborso parziale o totale se il prodotto non può essere rapidamente riparato o sostituito.
  7. Conservare ricevute e altri documenti d’acquisto. Conservate tutte le ricevute o qualunque altro documento che vi viene dato al momento dell’acquisto. Stampate o fate una copia dell’ordine quando comprate on-line o tramite posta. Stampate o fate una copia delle condizioni di vendita che compaiono sul sito web. Conservate il catalogo in caso di vendita per posta o per telefono. Conservate le copie di qualunque tipo di corrispondenza che ha avuto luogo tra voi e il venditore e prendete nota dei numeri di riferimento che vi vengono dati. Questi documenti possono essere utili nel caso in cui dovesse sorgere un problema.
  8. Proteggere adeguatamente i vostri dati personali. I vostri dati personali (ad esempio l’indirizzo o il numero di telefono) possono essere utilizzati normalmente solo dietro vostro consenso. Gli ordini su cui voi fornite i vostri dati personali dovrebbero prevedere una domanda mediante la quale voi date il consenso al venditore di utilizzare i vostri dati personali per altri scopi che non siano quelli di completare l’ordine (ad esempio, aggiungendo i vostri dati all’elenco dei clienti a cui inviano materiale pubblicitario).
  9. Cosa fare in caso di problemi. Prendete contatto con il venditore il più presto possibile; se non potete risolvere direttamente il problema con il venditore, informatevi e rivolgetevi alla sede Adiconsum della vostra città e, in caso di acquisti transfrontalieri, rivolgetevi al Centro Europeo Consumatori che ha l’incarico di  fornire consulenza e assistenza gratuita ai cittadini europei nelle controversie di consumo transfrontaliere.
  10. Attenzione alle truffe. Se qualcosa è troppo bello per essere vero si tratta probabilmente di una truffa!

 

 

Leggi anche

Seguici