Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Crisi economica e furti di generi alimentari: condannata per aver rubato scatolette di tonno

Un anno di carcere per un furto di 30 euro

di Mariangela Saulino

14 Dicembre 2012

La crisi economica fa sentire i suoi effetti in modo sempre più accentuato.

Aumentano, così, i piccoli furti nei supermercati ad opera soprattutto di anziani e disoccupati costretti a rubare per poter sopravvivere.

E’ il caso di una donna disoccupata di 57 anni, Luisa Bernard, che dovrà scontare un anno di carcere per aver rubato in un supermercato a Campoformido.

La donna, insieme alla figlia Sara, di diciannove anni, anche lei disoccupata, ha ceduto alla tentazione di rubare qualche scatoletta di tonno e due tazzine.

Un bottino di circa trenta euro che le donne avevano nascosto nella borsa. Luisa e Sara si erano poi avvicinate alle casse ed avevano cercato di uscire senza pagare, allontanandosi in fretta dal supermercato.

La commessa però accortasi del furto ha cercato di inseguire le due donne ed intanto ha allertato i Carabinieri.

Le forze dell’ordine, quindi, con l’aiuto della commessa sono riuscite a bloccare le donne e ad arrestarle.

La figlia, Sara, ha deciso di patteggiare una pena di dieci mesi e venti giorni ed ha risarcito il supermercato con 15 euro. La mamma, invece, è stata sottoposta a giudizio ed è stata condannata ad un anno di reclusione e ad un risarcimento danni di 300 euro.

 

Leggi anche

Seguici