Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Legge Disturbi Specifici dell’Apprendimento: diritti istruzione e famiglia

di Dott.ssa Michela Del Prete

10 Novembre 2010

Finalmente la tutela dei D.S.A – Disturbi Specifici dell’Apprendimento,ovvero  dislessia, disortografia, discalculia – è diventata legge.

Mamme, con la legge 170 del 8-10-2010 c’è una ufficializzazione e formalizzazione di garanzie per tutti i bimbi, ragazzi e giovani universitari affetti da D.S.A

La legge è formata da 9 Articoli divisi in :

art1: definizione di D.S.A

Art2: finalità della legge

Art3:diagnosi

Art4: formazione nelle scuole,

art5: Misure educative e didattiche di supporto

art6: Misure per i familiari

art7: entrata in vigore

art8: Competenze delle regioni a statuto speciale e delle province autonome

art9: Clausola di invarianza finanziaria

Di maggiore interesse sono proprio gli articoli 4-5-6.

Nell’ articolo 4 si prevede una formazione dei docenti per quanto riguarda i D.S.A. Formazione finalizzata alla sensibilizzazione e alla responsabilità di segnalare casi presunti di D.S.A

Nella legge si evidenzia:

” E’ prevista per l’anno 2010-2011 una  formazione del personale docente e dirigenziale delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le scuole dell’infanzia, e’ assicurata un’adeguata preparazione riguardo alle problematiche relative ai DSA, finalizzata ad acquisire la competenza per individuarne precocemente i segnali e la conseguente capacità di applicare strategie didattiche, metodologiche e valutative adeguate.

Nell’’articolo 5 si prevede un diritto a: “fruire di appositi provvedimenti dispensativi e compensativi di flessibilità didattica nel corso dei cicli di istruzione e formazione e negli studi universitari”.

Quali

  • didattica individualizzata e personalizzata,
  • strumenti compensativi,
  • adeguate forme di verifica e di valutazione, anche per quanto concerne gli esami di
    Stato e di ammissione all’ università nonché gli esami universitari,
  • per l’insegnamento delle lingue straniere, l’uso di strumenti compensativi che favoriscano la comunicazione verbale, prevedendo anche, ove risulti utile, la possibilità dell’esonero.

Si parla pertanto di tutela per tutto il ciclo degli studi scolastici dalla scuola dell’infanzia all’università

Nell’articolo 6 invece si prevedono misure per i familiari infatti:

“I familiari fino al primo grado di studenti del primo ciclo dell’istruzione con DSA impegnati nell’assistenza alle attivita’ scolastiche a casa hanno diritto di usufruire di orari di lavoro flessibili

Quindi, mamma di bambini dislessici, disortografici, discalculi o di bimbi che stanno approcciando gli apprendimenti: leggete, informatevi e chiedete, ma, soprattutto pretendete un’istruzione sempre più all’altezza di vostro figlio, perché oggi la legge lo prevede

Leggi anche

Seguici