Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Influenza: come distinguere i sintomi

In arrivo il picco dell'influenza

di Mariangela Saulino

26 Dicembre 2012

E’ in arrivo per queste settimane il picco influenzale ed entro la fine di gennaio si prevede che oltre tre milioni e mezzo di italiani saranno contagiati dai virus in circolazione che, quest’anno sono il famigerato A/H1N1 dell’influenza A, un ceppo B e un ceppo H3N2.

Bisogna però essere attenti e saper distinguere i  virus parainfluenzali da quelli della vera  e propria influenza.

La vera influenza porta febbre alta, sopra i 38 gradi, dolori alle ossa, tosse e naso che cola.

Se, invece, si ha uno solo di questi sintomi si tratta di parainfluenza o raffreddore.

A parte il vaccino non esiste una cura per l’influenza, possono solo essere utilizzati, per accelerare il decorso e combattere il virus ai primi sintomi, i farmaci antivirali a base di oseltamivir o zanamivir da assumere rigorosamente dietro prescrizione medica.

Gli antibiotici non sono indicati in caso d’influenza poiché combattono i batteri e non i virus, ma possono essere prescritti dal medico in caso di altre complicanze come otite, faringite, tracheite o laringite.

Ci sono poi i classici rimedi della nonna che non faranno sparire l’influenza ma potranno alleviarne i sintomi.

Quindi, in caso d’influenza non ci resta che restare a casa a riposo ed al caldo.

Leggi anche

Seguici