Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Silvio Berlusconi: il processo Rubygate non si ferma

Ruby non testimonierà al processo di Milano

di Mariangela Saulino

15 Gennaio 2013

Ruby Robacuori, dopo aver fatto aspettare i Pm del Tribunale di Milano per più di un mese, arriva in aula pronta a testimoniare ma non le hanno concesso la possibilità di poter parlare.

Infatti, i difensori di Silvio Berlusconi, alla scorsa udienza hanno presentato un’istanza di legittimo impedimento a causa della campagna elettorale, non solo per gli impegni del Cavaliere ma anche per ragioni di opportunità e, per evitare strumentalizzazioni, si chiedeva la sospensione del processo fino a dopo le elezioni.

  • I Giudici del Tribunale hanno, però, rigettato l’istanza sostenendo che Berlusconi non è né segretario di partito né candidato premier, quindi non sussiste l’impedimento.

L’avvocato Ghedini, per evitare l’audizione di Ruby, propone che il tribunale acquisisca i verbali resi dalla ragazza all’inizio delle indagini, ma il Pm Boccassini si altera non poco e presenta le sue obiezioni al Tribunale.

Il Presidente del Tribunale, Giulia Turri, a questo punto, ha dovuto spiegare a Ruby che la sua presenza non era più necessaria in aula e che poteva andar via, revocando anche la multa che le era stata inflitta precedentemente per le sua assenza ingiustificata.

La ragazza è uscita senza rilasciare alcun commento ed il processo è continuato per tutto il pomeriggio.

Leggi anche

Seguici