Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Nina Moric a Verissimo: parla di Corona latitante

Nina Moric parla della condanna di Fabrizio Corona nel salotto di Verissimo

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

19 Gennaio 2013

Corona ricercato: Nina Moric a Verissimo È successo tutto in poche ore: venerdì 18 gennaio Fabrizio Corona viene condannato a 5 anni di reclusione per estorsione aggravata e trattamento illecito di dati personali.

Il provvedimento di arresto immediato non viene però eseguito in quanto l’ex re dei paparazzi risulta al momento irreperibile, tanto che già si pensa ad una possibile latitanza.

A commentare i fatti per vie mediatiche è l’ex moglie Nina Moric, oggi ospite nel salotto televisivo di Silvia Toffanin, “Verissimo”:

“Voglio dire innanzitutto che sono molto scossa. Fabrizio si aspettava di essere condannato. Io invece pensavo che l’avrebbe scampata. Per me è molto doloroso. Mi pare di rivivere l’incubo di qualche anno fa, tutto il dolore provato quando è stato condannato la prima volta. All’epoca, ero sua moglie e l’ho vissuta in maniera molto più forte”.

Corona ricercato: Nina Moric a Verissimo

Una Nina Moric quasi in lacrime che, nonostante stia cercando di rifarsi una vita affettiva con il nuovo fidanzato Matteo Bobbi, deve continuamente scontrarsi con il suo passato, quello che ancora la lega a Corona.

I due firmeranno ufficialmente le carte di divorzio il prossimo 14 febbraio ma manterranno comunque il loro legame, soprattutto per il bene di loro figlio Carlos.

“Carlos è un bambino meraviglioso – racconta la Moric – è un bambino maturo. Ha dieci anni ma a volte sembra lui essere il nostro genitore. Esorta Fabrizio a mettere il casco, a mettere la cintura. È molto protettivo ma vuole essere trattato come un bambino di dieci anni, come è giusto che sia …. Ama suo padre ha scelto di dargli una seconda chance. Fabrizio si è riavvicinato a suo figlio solo quando ha compreso che stava davvero per perderlo davvero.”

nina moric a Verissimo

Nina continua a parlare come un fiume in piena, condanna Fabrizio nonostante l’affetto che prova per lui, dichiarando, ma soprattutto sperando, che il carcere possa giovargli, farlo ritornare l’uomo che era un tempo:


“Spero che Fabrizio faccia questi cinque anni o anche una riduzione della pena, non mi interessa, però deve scontare il carcere. Solo attraverso la sofferenza, quella vera, potrà effettivamente cambiare. Quello che è successo è la giusta conclusione della sua storia, dopo quello che ha fatto negli anni …. Nonostante questo, non l’ho mai odiato. È il padre di mio figlio. Oggi spero che soffra perchè solo così riuscirà a capire i suoi errori. Ha bisogno di fare un esame di coscienza. Sono del parere che le persone non cambiano completamente ma possono migliorare.”

Ed intanto sono in molti a chiedersi: dov’è Fabrizio Corona?

Leggi anche

Seguici