Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Francesco Schettino: il comandante della Costa Concordia vuole tornare al comando di una nave

Seconda udienza per il ricorso contro il licenziamento di Francesco Schettino il quale ha affermato di essere pronto a tornare al timone di una nave da crociera

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

30 Gennaio 2013

Francesco Schettino In seguito al tragico incidente che ha colpito la nave da crociera “Concordia”, la compagnia navale Costa Crociere aveva provveduto al licenziamento del comandante Francesco Schettino; provvedimento al quale si è opposto lo stesso facendo ricorso al Tribunale di Torre Annunziata (NA).

Stamattina, dallo ore 9:00 fino alle ore 10:30 circa, si è svolta la 2° udienza, un dibattito a porte chiuse, relativa a tale ricorso, proprio presso il succitato Tribunale.

Il comandante Schettino, accompagnato dall’avvocato Rosario D’Orazio, non si è sottratto alle domande dei giornalisti che, oltre alle domande inerenti la decisione del giudice, gli hanno chiesto se ha preso in considerazione la possibilità di ritornare a comandare una nave da crociera.

Francesco Schettino  Sì, certamente! … è stata questa la risposta di Schettino, una risposta che, neanche a dirlo, ha suscitato l’ilarità e l’indignazione di molti, di tutti coloro che ne hanno fatto una “vittima mediatica”, come lo definisce il suo stesso legale.

Ritornando invece al ricorso, che si svolge in modo parallelo a quello presentato dalla Costa Crociere presso il Tribunale di Genova, dove si chiede invece la legittimità del licenziamento, il giudice del lavoro Emanuele Rocco ha dichiarato:

“La legge Fornero mi dà dieci giorni di tempo per sciogliere la riserva. Quindi ho già informato le parti che la mia decisione sarà depositata in cancelleria mercoledì 6 o al massimo venerdì 8”.

La decisione del Tribunale sarà dunque resa nota tra circa 10 giorni.

 

 

 

 

 

 

 

 

Leggi anche

Seguici