Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Carnevale maschere e costumi pericolosi

Carnevale maschere e costumi: guida pratica al travestimento sicuro

Federica Federico

di Federica Federico

05 Febbraio 2013

irreali e belle maschereLa fantasia è un affare da bambini! I bimbi sono capaci di sognare ad occhi aperti, giocando seguono percorsi fantastici ed emozionanti, mescolano realtà ed immaginazione e raccontano storie avventurose, irreali e coinvolgenti.

Il carnevale è per i piccoli sognatori un’occasione unica: nei giorni della festa mascherata i bambini hanno l’opportunità di indossare gli abiti del loro personaggio preferito.

Travestendosi i bambini completano un percorso di elaborazione fantastica per cui si appropriano ancora di più del personaggio che amano e che comunemente già emulano nel gioco. In questo senso è corretto ed auspicabile che il bimbo sia libero di scegliere il suo travestimento senza troppe imposizioni o forzature.

Il bambino ha il diritto di esprimere i suoi personalissimi gusti e le sue peculiari preferenze. Anche un bimbo piccolo avrà delle predilezioni e proverà attrazione per una maschera piuttosto che per un’altra.

Anche quando il bambino non ha apertamente espresso un desiderio preciso riguardo al suo travestimento, è consigliabile concordare con lui la scelta del costume.

Può essere divertente e coinvolgente anche condurre il piccolo nel negozio dove intendiamo predilezioniCOSTUMI CARNEVALEcomperare l’abito, in un magazzino ben fornito è possibile porre il bambino dinnanzi a diversi travestimenti e lasciarlo libero di fare la sua scelta.

L’atto di scegliere è per i piccoli un atto di crescita e le scelte vanno, nei limiti del possibile, assecondate. Appagando le scelte del bambino si sostiene anche la sua autostima perché il piccolo percepisce che l’adulto ha accettato ed ha aderito ad una sua libera decisione. Tutto ciò non esclude che il genitore debba esercitare un discreto “potere di orientamento e di controllo” sulle scelte del bambino.

Va detto che la scelta di un costume di carnevale si rivelerà buona o addirittura ottima solo se il travestimento, oltre ad essere belo, potrà definirsi anche sicuro e comodo.

Spetta al genitore valutare la sicurezza del travestimento e considerarne vestibilità.

– La vestibilità si deve valutare in termini pratici partendo dal presupposto che i bambini sono energia in movimento.

Carnevale maschere e costumi pericolosiQuando si sceglie un vestito di carnevale per bambini si deve partire della considerazione basilare della praticità, quindi, avendo come obiettivo il divertimento del piccolo, è indispensabile cercare un abito in cui il bambino possa liberamente muoversi, correre e giocare. In tal senso cerchi per allargare le gonne, abiti troppo lunghi, mantelli enormi, cappelli altissimi e pesanti, maschere scomode e strette sono tutti impedimenti pericolosi.

Sovente per strada vediamo bambine trasformate in bellissime fate … ma al parco, durante le feste di quartiere, quelle stesse fatine spesso inciampano in uno dei due o tre cerchi che sostengono l’enorme gonna dell’abito. Tal volta osserviamo principesse imbalsamate in vestiti troppo lunghi o troppo stretti con i quali le bimbe hanno difficoltà a partecipare ai giochi di gruppo, a correre o ad andare sull’altalena. E non di rado le maschere vendute a corredo dei vestiti sono rigide, prive dei debiti fori sopra le narici,  sprovviste di uno spazio libero intorno agli occhi abbastanza ampio da non limitare la visuale del bambino e tale da non impedire il naturale movimento delle palpebre.

Carnevale maschere e costumi pericolosi

A volte poi le sorprese pericolose sono veramente inaccettabili!

Vi racconto dell’insidia che si nascondeva nel costume di mia figlia (insidia che ha ispirato la mia ricerca sui possibili pericoli dei travestimenti di carnevale):

maschere carnevalela mia bambina ha scelto di vestirsi da Pippi Calzelunghe. Da mamma ho sostenuto questa scelta perché mi pareva che mia figlia avesse optato per un costume “sicuro”, senza gonne larghe, nessun cerchio pericoloso, privo di nastrini pendenti, ornamenti ingombranti o mantelli scomodi.

Quello che non avevo “debitamente” considerato è l’aspetto trecce: mentre io mi aspettavo una parrucca normale (per non dire a norma), dalla confezione è spuntata una parrucca con trecce puntate verso l’alto … esattamente come le trecce magiche di Pippi!

Ma la sicurezza dei nostri bambini non è una magia!

Per sostenere le trecce e puntarle verso l’alto all’interno della parrucca erano stati posti due fili di ferro (uno nella treccia destra e uno in quella sinistra). Tali fili di fero erano spessi e acuminati in punta e, sebbene la punta restasse coperta dai capelli, toccando l’estremità della treccia si avvertiva già la “puntura” del termine finale del ferro di sostegno. In pratica il termine finale del ferro di sostegno alla treccia non portava nemmeno un cappuccio di sicurezza.

maschere carnevaleMi è bastato un solo istante  per  figurarmi ogni possibile pericolo: i rischi che mia figlia poteva correre indossando quella parrucca erano molteplici ed andavano dalla caduta al mero abbraccio con un altro bambino. Il ferro contenuto nelle trecce poteva ferire la mia bambina o qualunque altro bimbo le stesse vicino, bastava un salto compiuto abbracciandosi o un movimento inconsulto del capo e, considerato pure che i bambini hanno altezze differenti, non poteva escludersi il rischio di un ferimento “accidentale” .

Col nonno abbiamo eliminato i ferri introdotti scelleratamente nelle trecce e abbiamo spiegato alla bambina che la magia delle trecce rivolte verso l’alto è una fantasia possibile solo nei cartoni animati … esattamente come il tappeto volante, la bacchetta magica e la mela avvelenata. Mia figlia con le trecce normalmente “piegate verso il basso dalla forza di gravità” è bellissima, sicura e comunque felicissima.

  • L’abito non è “fuori legge”, è stato acquistato in un negozio di giocattoli, ha il marchio CE ed all’interno contiene un certificato di controllo qualità che ne attesterebbe la sicurezza.

Dinnanzi al pericolo evidente costituito da quella parrucca, mi sono interrogata sui rischi che possono  celarsi dietro gli abiti di carnevale e mi sono chiesta: <<Quali caratteristiche deve avere un costume di carnevale per essere sicuro?>>

costumi di carnevaleIl RAPEX, acronimo di rapid alert system for non-food consumer products, cioè sistema di allerta per i prodotti di consumo non alimentari, ha raccolto i dati relativi ai possibili “rischi da travestimento”, ha cioè identificato e illustrato le più comuni insidie celate nei costumi di carnevale non a norma.

–          Uno dei maggiori pericoli connessi ai travestimenti è collegato alla infiammabilità dei tessuti.

È buona norma comperare costumimaschere carnevale travestimenti dotati di certificato di controllo qualità; è bene acquistarli in magazzini autorizzati e sincerarsi che abbiano il marchio CE.

Sono preferibili le confezioni e le certificazioni che garantiscono il potere ignifugo del costume. Un materiale è detto ignifugo (dal latino ignis cioè fuoco) quando non è infiammabile.

Attenzione: su alcune confezioni è precisato che i costumi non sono lavabili perché, a seguito del lavaggio, potrebbero perdere il loro potere ignifugo.

–          I costumi possono essere dotati di bottoni, borchie, perline o altri piccoli ornamenti, tutti questi “abbellimenti” devono essere saldamente ancorati al costume. A norma di legge, i costumi che test di trazione e presenza di piccole parti giocattolipresentano bottoni, fermagli, monili o comunque piccoli pezzi, devono, prima di essere immessi sul mercato, passare un test di sicurezza: si tratta del  cosiddetto “test di trazione e presenza di piccole parti”.

Lo scopo di tale esperimento è valutare se i piccoli oggetti apposti sul costume possano mettere a rischio la salute del bambino determinando pericolose condizioni di apnea o soffocamento.

Il test viene eseguito utilizzato uno strumento capace di simulare lo spazio e la funzionalità della trachea dei bambini: in un cilindro, tecnicamente definito “cilindro per le piccole parti”, si fanno passare i “pezzi incriminati” e quindi si valuta se essi possano o meno ostruire le vie respiratorie del bambino.

È preferibile evitare costumi cosparsi di perline; gli abiti che si chiudono con il velcro, cioè a strappo, sono più sicuri e anche più pratici.

 

–          Attenzione ai lacci intorno al collo.Carnevale maschere e costumi pericolosi

È preferibile non assicurare mantelli, cappelli e cappucci con lacci stretti intorno al collo. I bambini giocando si spingono, si strattonano e corrono. Non è inusuale che rimangano impigliati da qualunque parte, per liberarsi facilmente non devono trovarsi costretti in nessuna morsa asfissiante.

Legando qualunque parte del costume al collo mettiamo il bambino in pericolo, ovvero rendiamo possibile un più o meno grave soffocamento.

  • Anche i mantelli possono essere saldamente ancorati agli abiti con degli stretch di velcro

–          I copricapo devono essere della giusta misura, non Carnevale maschere e costumi pericolosieccessivamente alti e privi di parti pericolose.

I cappelli sono ornamenti preziosi, spesso abbelliscono i costumi di carnevale e li impreziosiscono, tuttavia non devono costituire né un impedimento, né un pericolo.

Considerate bene la misura del capo di vostro figlio e quando gli mettete un cappello sinceratevi che non gli cada sugli occhi impedendogli di vedere … e di considerare “dove sta andando a sbattere

Vanno scartati i copricapo con elementi in ferro, legno o plastica dura che potrebbero determinare ferite conseguenti anche ad una semplice caduta.

–          È facile che ad un costume si accompagni una maschera. La maschera copre il volto del bambino, incide sui suoi occhi, poggia sul naso e viene a contatto con la pelle; in pratica l’accessorio maschera aderisce al corpo del bambino e perciò è indispensabile che possegga delle caratteristiche peculiari.

A norma di legge le maschere che aderiscono completamente al viso devono possedere un’apertura di almeno 1cm per 13 cm – o anche due fori di superficie equivalente (cioè con un diametro di circa 3 cm).

Per evitare lesioni e danneggiamenti agli occhi, le maschere non devono avere bordi taglienti o parti acuminate e sugli occhi non devono essere posti brillantini, perline o monili duri e potenzialmente staccabili.

Carnevale maschere e costumi pericolosi Più insidioso è il rischio di tossicità delle plastiche con cui le maschere sono costruite. Il RAPEX mette in guardia, in maniera particolare, dai Ftalati (sostanze tossiche) e ricorda che la soglia consentita nei giocattoli è pari a 0,1%.

–          Usate trucchi atossici per “dipingere” la pelle dei bambini.

Carnevale maschere e costumi pericolosi

–          Non adoperate vestiti o mantelli troppo lunghi, considerate che i piccoli devono essere liberi di giocare e muoversi.

Una bella principessa non deve Carnevale maschere e costumi pericolosinecessariamente sostenere il suo vestito con due o tre cerchi di plastica ingombranti e difficili da gestire, gli abiti possono essere accorciati e il gioco dei bimbi può essere liberato dai cerchi di sostegno che, invece, potete inserire nei costumi solo per fare qualche foto in posa!

–          Attenzione alle parrucche, controllate che i capelli non si stacchino dalle reti di sostegno. Nel lasciare che il bimbo indossi la parrucca sinceratevi sempre che non gli caschi sugli occhi e fissatela ai capelli in maniera delicata e sicura.

–          Ogni accessorio, dalla spada di Capitan Uncino al cestino di Cappuccetto Rosso, deve essere sicuro.maschere carnevale

Nessun accessorio deve avere parti acuminate o taglienti, tutti devono essere leggeri e possibilmente morbidi … non è inusuale che i bambini mettano in scena battaglie tra pirati e super eroi.

–          Attenzione anche alle calzature.

In genere ai costumi sono abbinati dei copri scarpe. Osservate questi copri scarpe e considerate che quando le calzature del costume sono costruite come dei grossi calzini c’è il pericolo di scivolamento. Carnevale maschere e costumi pericolosi

Tale rischio sussiste perché la suola della scarpa (che di norma è antiscivolo) resta coperta dal tessuto del copri scarpe e il bambino “perde adesione col terreno o col pavimento” trovandosi come a pattinare.

Se notate che le calzature del costume di vostro figlio sono costruite tipo calzini ma la suola non è provvista di sistema antiscivolo allora bucatele nella parte sottostante, per evitare che il pupo scivoli, foratele facendo in modo che la suola delle scarpe tocchi direttamente a terra.

–          A carnevale ogni scherzo vale! Ma attenzione a bombolette e schiume urticanti o irritanti.

Il rischio chimico di certi prodotti schiumogeni è elevato perciò evitiamo di metterli nella disponibilità Carnevale maschere e costumi pericolosidei bambini più piccoli.

Viviamo il Carnevale come una festa, il cui primo obiettivo deve essere il divertimento del bambino. In questo senso non trascuriamo l’importanza della scelta di un vestito sicuro pensato per favorire il divertimento di nostro figlio!

Leggi anche

Seguici