Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Stefano Filipponi: Lettera della mamma a X Factor

Federica Federico

di Federica Federico

06 Novembre 2010

Noi mamme che dei figli conosciamo ogni emozione e commozione, noi mamme che sappiamo guardare dentro e oltre gli sguardi dei nostri ragazzi,
noi mamme che bene intuiamo cosa c’è dentro le creature che abbiamo condotto alla vita,
noi mamme che attente seguiamo i figli anche da adulti ed a volte siamo naturalmente portate a difenderli dagli eventi …
noi tutte non possiamo non condividere ed appoggiare la madre di Stefano Filipponi, la voce del cuore di X Factor.
Ecco come questa madre sensibile e fiera difende il suo cucciolo:

Sono la mamma di Stefano Filipponi, indignata e ferita dopo aver visto l’ennesima puntata di Extra Factor. Stefano, alla quinta puntata di X Factor voleva fare le valigie e andarsene: aveva ragione, lo avrei approvato. La mancanza di rispetto verso la persona di Stefano e il metodo con cui viene attaccato senza tregua è basso e meschino. X Factor si è trasformato in un reality di pessimo gusto. Si parla continuamente di Stefano: “Chi è il peggiore?”, “chi sarebbe dovuto andare al ballottaggio?”, “Mara, hai cambiato canzone per Stefano, con un altro concorrente avresti fatto lo stesso?” (Stefano sta per cantare). Stefano è un ragazzo forte, intelligente, capace, non ha bisogno nè della “COMMOZIONE”, nè della “COMMISERAZIONE”, nè della “PIETA’” del signor Ruggeri o della signora Tatangelo. Lui non direbbe mai “l’offesa è nulla se la persona è zero”, perchè l’ho educato al rispetto verso tutti. D’altra parte offendere Stefano è offendere soprattutto il pubblico, i suoi 10 000 fans che lo sostengono, lo votano e lo guardano in trasmissione (tutta gente senza cultura e gusto musicale?). Infine sottolineo che chi cura la trasmissione deve prendersi la responsabilità delle pressioni psicologiche e delle conseguenze che esse possono provocare su Stefano, ora che non ha la possibilità di confrontarsi con la sua famiglia. Invito a cambiare atteggiamento e metodo.
Cordiali Saluti
Maria Antonietta Re

Noi mamme sappiamo che la sensibilità e la gentilezza, l’educazione e la cultura spesso vengono offese. Sono virtù così rare e grandi da parere anomale in un mondo che preferisce immagini “dure” e “prepotenti”.
A me piace immaginare, invece, che la gentilezza, il garbo ed il talento trovino ancora spazio.
Quella della mamma di Stefano non è propriamente una difesa, è piuttosto la testimonianza di chi lo conosce bene, benissimo e reclama spazio non per l’unica cosa che conta e dovrebbe contare:   il talento di questo straordinario artista.

Leggi anche

Seguici