Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Grande Fratello 13 anticipazioni

In autunno la 13esima edizione del Grande Fratello. Chi la condurrà? I nomi D'Urso e Bonolis in ballottaggio

admin

di Redazione VitaDaMamma

25 Febbraio 2013

A volte ritornano. A volte anche spesso.

La 13esima edizione del Grande Fratello sta per partire. La casa più spiata d’Italia andrà in onda sempre sulle reti Mediaset. Il prossimo autunno o il prossimo anno, ancora non si sa.

Ma ritorna questa volta in versione vintage. E già, perché visto il calo d’ascolti delle ultime edizioni la produzione si è riconvertita. Un ritorno al passato, o forse un effetto austerity anche sul “Grande reality”. Sembra che a contendersi la palma per più longevo inquilino sarà uno tra i quindici che verranno reclutati nel corso delle audizioni, che inizieranno a breve.

Soltanto quindici e non centocinquanta come ultimamente accadeva. Niente suite e tuguri, niente stanze degli orrori o stanze “dell’amore”. Gli inquilini staranno in casa cento giorni e non sei mesi, come con Alessia Marcuzzi. Sembrava infatti che nelle ultime edizioni i concorrenti potessero incontrare l’amore, fare un figlio e uscire di lì giusto in tempo per vederlo votare per la prima volta. Un’eternità. oltre 4 mesi la dodicesima edizione.

E anche sulla conduzione c’è un primo ballottaggio.

Abbandonata la casa Alessia Marcuzzi sta dedicandosi alla figlia Mia, e dunque non sembra essere lei a condurre. Scartata anche l’ipotesi della Iena Ilary Blasi. Al momento i più accreditati sembrerebbero Barbara D’Urso e Paolo Bonolis. La prima oltretutto già conduttrice del reality per ben due edizioni, dal 2003 al 2005 (il suo richiamo restò a lungo nella storia del Grande Fratello: “ragaaaazziii…”). diversa l’impostazione che potrebbe dare al programma Bonolis, al momento impegnato su Canale5 con il quiz preservale “Avanti un altro”.

Sarà l’amarcord, sarà che come si sono accorti anche i produttori, il vintage va molto di moda, ma i concorrenti del primo Grande Fratello restano forse i più caramente ricordati. Uno fra tutti, l’unico di cui si ricorda non solo il nome ma anche il cognome, forse anche per la sua fine precoce, Pietro Taricone.

Leggi anche

Seguici