Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Aspirina e omega 3 per combattere le malattie polmonari e cardiovascolari

L'azione sinergica di omega3 e aspirina origina un'attività antinfiammatoria contro malattie croniche polmonari e cardiovascolari

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

26 Febbraio 2013

L’azione degli omega3 è ormai comprovata da tempo. Gli acidi grassi contenuti nel pesce, nei crostacei e in alcuni oli come l’olio di lino sono fondamentali per il corretto funzionamento del nostro organismo.

Un nuovo studio condotto da un team dell’Harvard Medical School, con a capo il dottor Charles Serhan, ha messo in evidenza come l’azione sinergica di alcune sostanze possano aumentare l’azione di altre per il benessere fisico dell’ uomo.

Precisamente la combinazione di aspirina e omega3 può dare origine a delle molecole cosiddette “resolvine D3”. Già note le molecole resolvine D2 queste D3 sembrano essere ancor più efficaci nell’azione antinfiammatoria in malattie cardiovascolari, polmonari e nell’artrite.

Il dottor Serhan chiarisce «In questo studio abbiamo scoperto che una resolvina, chiamata resolvina D3 derivata dall’acido DHA degli acidi grassi omega-3, persiste più a lungo nei siti di infiammazione che non la resolvina D1 o D2, nella risoluzione naturale dell’infiammazione nei topi».

In breve, la resolvina D2 è una molecola in grado di modificare lo stato infiammatorio di alcune patologie croniche, che associata con l’aspirina prolunga la sua azione e ne migliora il funzionamento: l’aspirina riesce a modificare gli enzimi infiammatori producendo molecole dagli omega3 e riuscendo a fermare la propagazione proprio dell’infiammazione.

L’azione successiva è stata sintetizzare in laboratorio la Resolvina D3 primo passo alla produzione di un farmaco con queste qualità antinfiammatorie.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Chemistry and Biology.

Leggi anche

Seguici