Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Bruno Arena si è svegliato dal coma

Bruno Arena si è risvegliato ma la prognosi resta riservata

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

04 Marzo 2013

Bruno Arena si è risvegliato  Finalmente l’annuncio ufficiale che molti aspettavano è arrivato: Bruno Arena si è risvegliato, non è più in coma.

La notizia circolava in rete da diversi giorni ma si attendeva la comunicazione ufficiale data dall’ufficio stampa del sito Ridens.it, l’unico autorizzato a fornire informazioni in merito le condizioni del comico. Ieri la pubblicazione del risveglio:

“Bruno Arena si trova da lunedì 11 febbraio in un centro di riabilitazione specializzato. Purtroppo non è ancora possibile dichiarare che sia fuori pericolo nonostante sia fuori dal coma: la prognosi rimane ancora riservata anche se negli ultimi giorni ha iniziato ad avere alcune reazioni coscienti, ha aperto gli occhi, mosso le braccia ed una gamba. Queste reazioni in seguito agli stimoli legati alla terapia sono certamente un ulteriore buon segnale verso la guarigione ma fino a quando il risveglio non sarà completo i medici non potranno capire con esattezza la situazione clinica e sciogliere la prognosi.”

Ma perché si è atteso tanto per ufficializzare la notizia del risveglio?

Bruno Arena si è risvegliato  La spiegazione viene data dal manager Massimo Zoli, colui che firma sul sito Ridens.it tutti gli aggiornamenti, attraverso la pagina facebook ufficiale dei Fichi D’India, la stessa usata da Max Cavallari, altro membro del duo comico, per comunicare le condizioni dell’amico ai propri fans:

“A volte i pensieri scritti da Max Cavallari sulle sue pagine Facebook sembrano descrivere in maniera diversa la situazione di Bruno rispetto al comunicato che ogni giorno noi diramiamo, e questo a volte crea incomprensioni. Il comunicato quotidiano cerca di limitarsi alle informazioni strettamente mediche nella maniera più distaccata possibile, Max scrive con il cuore dell’amico di sempre e con la sensibilità da grande artista che è, aggiungendo la sua speranza ai piccoli reali segnali che coglie. Specifico questo concetto per spiegare a chi mi ha chiesto delucidazioni e non per criticare Max, anzi voglio che continui così, a infondere fiducia e speranza nel cuore di tutti noi con i suoi meravigliosi pensieri a cui anche io mi appassiono ogni giorno. Max ti voglio bene! Continuiamo a pregare e sperare per Bruno e che tutta la nostra energia continui ad aiutarlo a stare sempre meglio. Massimo Zoli, Ridens Management”.

Confortati da queste buone notizie continuiamo a pregare: Forza Bruno!

Leggi anche

Seguici